I Have a Dream = Ho un Sogno by Martin Luther King, Jr. 1963, WashingtoN

I Have a Dream = Ho un Sogno by
Martin Luther King, Jr. Washington DC
 28 agosto 1963 [ 28/08/1963 = #anno1999 #n10 #n1 ]

 Nell’America degli anni ’50, l’uguaglianza dell’uomo prevista dalla Dichiarazione di Indipendenza era tutt’altro che una realtà.  Le persone di colore – neri, ispanici, asiatici – sono state discriminate in molti modi, sia palesi che nascosti.  Gli anni ’50 furono un periodo turbolento in America, quando le barriere razziali iniziarono a cadere a causa delle decisioni della Corte Suprema, come Brown v. Board of Education;  ea causa di un aumento dell’attivismo dei neri, che lottano per la parità dei diritti.

 Martin Luther King, Jr., un ministro battista, è stato una forza trainante nella spinta per l’uguaglianza razziale negli anni ’50 e ’60.  Nel 1963, King e il suo staff si concentrarono a Birmingham, in Alabama.  Hanno marciato e protestato in modo non violento, sollevando le ire dei funzionari locali che hanno sparato cannoni ad acqua e cani poliziotto sui manifestanti, i cui ranghi includevano adolescenti e bambini.  La cattiva pubblicità e il fallimento degli affari costrinsero i leader bianchi di Birmingham a cedere ad alcune richieste anti-segregazione.

 Spinto sotto i riflettori nazionali a Birmingham, dove fu arrestato e incarcerato, King aiutò a organizzare una marcia imponente su Washington, DC, il 28 agosto 1963. I suoi partner nella marcia su Washington per il lavoro e la libertà includevano altri leader religiosi, leader sindacali  e organizzatori neri.  Le masse riunite hanno marciato lungo il Washington Mall dal Washington Monument al Lincoln Memorial, hanno ascoltato le canzoni di Bob Dylan e Joan Baez e hanno ascoltato i discorsi dell’attore Charlton Heston, del presidente della NAACP Roy Wilkins e del futuro rappresentante degli Stati Uniti della Georgia John Lewis.

 L’apparizione di King è stata l’ultima dell’evento;  il discorso di chiusura è stato trasmesso in diretta sulle principali reti televisive.  Sui gradini del Lincoln Memorial, King ha evocato il nome di Lincoln nel suo discorso “I Have a Dream”, cui si attribuisce la mobilitazione dei sostenitori della desegregazione e che ha promosso il Civil Rights Act del 1964.  L’anno successivo, King è stato insignito del Premio Nobel per la Pace.

 Quello che segue è il testo esatto del discorso parlato, trascritto dalle registrazioni.

 Sono felice di unirmi a voi oggi in quella che passerà alla storia come la più grande dimostrazione di libertà nella storia della nostra nazione.

 Cinque venti anni fa, un grande americano, alla cui ombra simbolica ci troviamo oggi, firmò il proclama di emancipazione.  Questo importante decreto giunse come un grande faro di speranza per milioni di schiavi negri che erano stati bruciati dalle fiamme di un’ingiustizia appassita.  Venne come un’alba gioiosa per concludere la lunga notte della loro prigionia.

 Ma cento anni dopo, il negro non è ancora libero.  Cento anni dopo, la vita del negro è ancora tristemente paralizzata dalle catene della segregazione e dalle catene della discriminazione.  Cento anni dopo, il negro vive su un’isola solitaria di povertà in mezzo a un vasto oceano di prosperità materiale.  Cento anni dopo, il negro languisce ancora negli angoli della società americana e si ritrova in esilio nella sua stessa terra.  Quindi siamo venuti qui oggi per drammatizzare una condizione vergognosa.

 In un certo senso siamo venuti nella capitale della nostra nazione per incassare un assegno.  Quando gli architetti della nostra repubblica scrissero le magnifiche parole della Costituzione e della Dichiarazione di Indipendenza, firmarono una cambiale di cui ogni americano sarebbe diventato erede.  Questa nota era una promessa che a tutti gli uomini, sì, neri e bianchi, sarebbero stati garantiti i diritti inalienabili della vita, della libertà e della ricerca della felicità.

 È ovvio oggi che l’America è venuta meno a questa cambiale per quanto riguarda i suoi cittadini di colore.  Invece di onorare questo sacro obbligo, l’America ha dato al popolo negro un assegno che è tornato indietro contrassegnato come “fondi insufficienti”.  Ma ci rifiutiamo di credere che la banca della giustizia sia fallita.  Ci rifiutiamo di credere che non ci siano fondi sufficienti nelle grandi casseforti di opportunità di questa nazione.  Quindi siamo venuti per incassare questo assegno, un assegno che ci darà su richiesta le ricchezze della libertà e la sicurezza della giustizia.  Siamo anche venuti in questo luogo sacro per ricordare all’America la feroce urgenza di adesso.  Non è il momento di concedersi il lusso di rinfrescarsi o di prendere la droga tranquillizzante del gradualismo.  Adesso è il momento di realizzare le promesse della democrazia.  Ora è il momento di salire dall’oscura e desolata valle della segregazione al sentiero soleggiato della giustizia razziale.  Ora è il momento di sollevare la nostra nazione dalle sabbie mobili dell’ingiustizia razziale alla solida roccia della fratellanza.  Adesso è il momento di rendere la giustizia una realtà per tutti i figli di Dio.

 Sarebbe fatale per la nazione trascurare l’urgenza del momento.  Questa estate soffocante del legittimo malcontento dei negri non passerà fino a quando non ci sarà un tonificante autunno di libertà e uguaglianza.  Diciannove sessantatré non sono una fine, ma un inizio.  Coloro che sperano che i negri abbiano bisogno di sfogarsi e che ora saranno contenti avranno un brusco risveglio se la nazione tornerà agli affari come al solito.  Non ci sarà né riposo né tranquillità in America finché al negro non saranno concessi i suoi diritti di cittadinanza.  I vortici della rivolta continueranno a scuotere le fondamenta della nostra nazione fino a quando non emergerà il luminoso giorno della giustizia.

 Ma c’è qualcosa che devo dire alla mia gente che sta sulla calda soglia che conduce al palazzo di giustizia.  Nel processo per ottenere il nostro giusto posto non dobbiamo essere colpevoli di azioni illecite.  Non cerchiamo di soddisfare la nostra sete di libertà bevendo dalla coppa dell’amarezza e dell’odio.

 Dobbiamo condurre per sempre la nostra lotta sull’alto livello della dignità e della disciplina.  Non dobbiamo permettere che la nostra protesta creativa degeneri in violenza fisica.  Ancora e ancora dobbiamo elevarci alle maestose vette dell’incontro tra forza fisica e forza dell’anima.  La meravigliosa nuova militanza che ha travolto la comunità negra non deve portarci alla sfiducia nei confronti di tutti i bianchi, poiché molti dei nostri fratelli bianchi, come evidenziato dalla loro presenza qui oggi, hanno capito che il loro destino è legato al nostro destino  .  Si sono resi conto che la loro libertà è inestricabilmente legata alla nostra libertà.  Non possiamo camminare da soli.

 Mentre camminiamo, dobbiamo impegnarci a marciare sempre avanti.  Non possiamo tornare indietro.  C’è chi chiede ai devoti dei diritti civili: “Quando sarai soddisfatto?”  Non potremo mai essere soddisfatti finché il negro sarà vittima degli orrori indicibili della brutalità della polizia.  Non potremo mai accontentarci, finché i nostri corpi, appesantiti dalla fatica del viaggio, non potranno trovare alloggio nei motel delle autostrade e negli alberghi delle città.  Non possiamo essere soddisfatti finché la mobilità di base del negro va da un ghetto più piccolo a uno più grande.  Non potremo mai essere soddisfatti finché i nostri figli saranno privati ​​della loro individualità e derubati della loro dignità da cartelli che affermano “Solo per i bianchi”.  Non possiamo essere soddisfatti finché un negro del Mississippi non può votare e un negro di New York crede di non avere nulla per cui votare.  No, no, non siamo soddisfatti e non lo saremo finché la giustizia non scorrerà come l’acqua e la rettitudine come un fiume potente.

 Non mi dimentico che alcuni di voi sono venuti qui da grandi prove e tribolazioni.  Alcuni di voi sono appena tornati da anguste celle di prigione.  Alcuni di voi provengono da aree in cui la ricerca della libertà vi ha lasciati martoriati dalle tempeste della persecuzione e sbalorditi dai venti della brutalità della polizia.  Siete stati i veterani della sofferenza creativa.  Continua a lavorare con la fede che la sofferenza non guadagnata è redentrice.

 Torna in Mississippi, torna in Alabama, torna in South Carolina, torna in Georgia, torna in Louisiana, torna negli slum e nei ghetti delle nostre città del nord, sapendo che in qualche modo questa situazione può e sarà cambiata.  Non sguazziamo nella valle della disperazione.

 Vi dico oggi, amici miei, quindi anche se affrontiamo le difficoltà di oggi e di domani, ho ancora un sogno.  È un sogno profondamente radicato nel sogno americano.

 Ho un sogno che un giorno questa nazione sorgerà e vivrà il vero significato del suo credo: “Riteniamo che queste verità siano evidenti: che tutti gli uomini sono creati uguali”.

 Ho un sogno che un giorno sulle colline rosse della Georgia i figli di ex schiavi e figli di ex proprietari di schiavi potranno sedersi insieme alla tavola della confraternita.

 Sogno che un giorno anche lo stato del Mississippi, uno stato soffocante per il calore dell’ingiustizia, soffocante per il calore dell’oppressione, si trasformerà in un’oasi di libertà e giustizia.

 Ho un sogno che i miei quattro bambini un giorno vivranno in una nazione in cui non saranno giudicati dal colore della loro pelle ma dal contenuto del loro carattere.

 Oggi ho un sogno.

 Ho un sogno che un giorno, giù in Alabama, con i suoi viziosi razzisti, con il suo governatore con le labbra grondanti di parole di interposizione e annullamento;  un giorno proprio lì in Alabama, ragazzini neri e ragazze nere potranno unirsi per mano a ragazzini bianchi e ragazze bianche come sorelle e fratelli.

 Oggi ho un sogno.

 Ho un sogno che un giorno ogni valle sarà esaltata, ogni collina e montagna sarà abbassata, i luoghi aspri saranno resi semplici, i luoghi tortuosi saranno raddrizzati e la gloria del Signore sarà rivelata e  ogni carne lo vedrà insieme.

 Questa è la nostra speranza.  Questa è la fede con cui torno al Sud.  Con questa fede saremo in grado di strappare dalla montagna della disperazione una pietra di speranza.  Con questa fede saremo in grado di trasformare le tintinnanti discordie della nostra nazione in una bellissima sinfonia di fratellanza.  Con questa fede saremo in grado di lavorare insieme, pregare insieme, lottare insieme, andare in prigione insieme, difendere insieme la libertà, sapendo che un giorno saremo liberi.

 Questo sarà il giorno in cui tutti i figli di Dio potranno cantare con un nuovo significato: “Paese mio, è di te, dolce terra di libertà, di te io canto. Terra dove morirono i miei padri, terra dell’orgoglio del pellegrino  , Da ogni lato della montagna, lascia che risuoni la libertà.”

 E se l’America vuole essere una grande nazione, questo deve diventare vero.  Quindi risuoni la libertà dalle prodigiose cime delle colline del New Hampshire.  Risuoni la libertà dalle possenti montagne di New York.  Risuoni la libertà dai crescenti Alleghenies della Pennsylvania!

 Risuoni la libertà dalle montagne innevate del Colorado!

 Risuoni la libertà dai pendii sinuosi della California!

 Ma non solo quello;  risuoni la libertà dalla Stone Mountain della Georgia!

 Risuoni la libertà dalla Lookout Mountain del Tennessee!

 Risuoni la libertà da ogni collina e molehill del Mississippi.  Da ogni lato della montagna, lascia che risuoni la libertà.

 E quando questo accadrà, quando permettiamo alla libertà di risuonare, quando la lasciamo risuonare da ogni villaggio e ogni frazione, da ogni stato e da ogni città, saremo in grado di accelerare quel giorno in cui tutti i figli di Dio, uomini neri e bianchi  uomini, ebrei e gentili, protestanti e cattolici, potranno unirsi per mano e cantare con le parole del vecchio spirituale negro: “Finalmente liberi! Finalmente liberi! Grazie a Dio Onnipotente, siamo finalmente liberi!”

 __

《 La dichiarazione di indipendenza Al Congresso, 4 luglio 1776 = The declaration of independence In Congress, July 4, 1776 – ITALIA ALATA 

https://italiaalata.wordpress.com/2020/08/25/la-dichiarazione-di-indipendenza-al-congresso-4-luglio-1776-the-declaration-of-independence-in-congress-july-4-1776/ 》 

__ 

 Al Congresso, 4 luglio 1776

 La Dichiarazione unanime dei tredici Stati Uniti d’America
 Appunti

 Quando nel corso degli eventi umani, diventa necessario che un popolo dissolva le fasce politiche che lo hanno collegato con un altro, e assuma tra i poteri della terra, lo stadio separato ed uguale a cui le Leggi della Natura e quelle della Natura  Dio li autorizza, un dignitoso rispetto per le opinioni dell’umanità richiede che dichiarino le cause che li spingono alla separazione.

 Riteniamo che queste verità siano evidenti, che tutti gli uomini sono creati uguali, che sono dotati dal loro Creatore di certi diritti inalienabili, tra questi la Vita, la Libertà e la ricerca della Felicità.  Che per garantire questi diritti, i Governi sono istituiti tra gli Uomini, che derivano i loro giusti poteri dal consenso dei governati, – Che ogni volta che una qualsiasi forma di governo diventa distruttiva di questi fini, è diritto del popolo alterarla o abolirla,  e di istituire un nuovo governo, ponendo le sue fondamenta su tali principi e organizzando i suoi poteri in una forma tale, che a loro sembrerà più probabile che influenzino la loro sicurezza e felicità.  La prudenza, infatti, imporrà che i governi da tempo stabiliti non debbano essere cambiati per cause leggere e transitorie;  e di conseguenza tutta l’esperienza ha dimostrato che l’umanità è più disposta a soffrire, mentre i mali sono sofferenti, che a correggersi abolendo le forme a cui sono abituati.  Ma quando una lunga serie di abusi e usurpazioni, perseguendo invariabilmente lo stesso Oggetto, mostra un progetto per ridurli sotto il dispotismo assoluto, è loro diritto, è loro dovere, sbarazzarsi di tale governo e fornire nuove guardie per la loro futura sicurezza.  – Tale è stata la paziente sofferenza di queste Colonie;  e tale è ora la necessità che li costringe a modificare i loro precedenti sistemi di governo.  – La storia dell’attuale Re di Gran Bretagna è una storia di ripetute ingiurie e usurpazioni, tutte aventi come oggetto diretto l’istituzione di una Tirannia assoluta su questi Stati.  Per dimostrarlo, lascia che i fatti siano sottoposti a un mondo schietto.

 Ha rifiutato il suo assenso alle leggi, le più salutari e necessarie per il bene pubblico.

 Ha proibito ai suoi governatori di approvare leggi di importanza immediata e urgente, a meno che non sospese il loro funzionamento fino a quando non si fosse ottenuto il suo consenso;  e quando è stato sospeso in questo modo, ha completamente trascurato di occuparsene.

 Si è rifiutato di approvare altre leggi per la sistemazione di grandi distretti di persone, a meno che quelle persone non rinunciassero al diritto di rappresentanza nella legislatura, un diritto inestimabile per loro e formidabile solo per i tiranni.

 Ha convocato organi legislativi in ​​luoghi insoliti, scomodi e lontani dal deposito dei loro registri pubblici, al solo scopo di affaticarli al rispetto delle sue misure.

 Ha sciolto ripetutamente le Camere di Rappresentanza, per essersi opposto con virile fermezza alle sue invasioni ai diritti del popolo.

 Si è rifiutato a lungo, dopo tali scioglimenti, di far eleggere altri;  per cui i Poteri Legislativi, incapaci di Annientamento, sono tornati al Popolo in generale per il loro esercizio;  lo Stato rimanendo nel frattempo esposto a tutti i pericoli dell’invasione dall’esterno e delle convulsioni dall’interno.

 Ha cercato di prevenire la popolazione di questi Stati;  a tal fine ostacolare le leggi per la naturalizzazione degli stranieri;  rifiutando di passare altri per incoraggiare le loro migrazioni qui, e innalzando le condizioni di nuovi stanziamenti di terre.

 Ha ostacolato l’amministrazione della giustizia, rifiutando il suo assenso alle leggi per stabilire poteri giudiziari.

 Ha reso i giudici dipendenti dalla sua sola volontà, per la permanenza dei loro uffici e per l’importo e il pagamento dei loro stipendi.

 Ha eretto una moltitudine di Nuovi Uffici e ha inviato qui sciami di Ufficiali per molestare il nostro Popolo e mangiarne le sostanze.

 Ha tenuto tra noi, in tempo di pace, eserciti permanenti senza il consenso delle nostre legislature.

 Ha cercato di rendere i militari indipendenti e superiori al potere civile.

 Si è unito ad altri per sottoporci a una giurisdizione estranea alla nostra costituzione e non riconosciuta dalle nostre leggi;  dando il suo assenso ai loro atti di finta legislazione:

 Per acquartierare grandi corpi di truppe armate tra noi:

 Per proteggerli, con un finto processo, dalla punizione per qualsiasi omicidio che dovrebbero commettere sugli abitanti di questi Stati:

 Per interrompere il nostro commercio con tutte le parti del mondo:

 Per imporre tasse su di noi senza il nostro consenso:

 Per averci privato in molti casi dei vantaggi di Trial by Jury:

 Per averci trasportati oltre i mari per essere processati per presunti reati:

 Per aver abolito il libero sistema di leggi inglesi in una provincia vicina, stabilendovi un governo arbitrario e allargandone i confini in modo da renderlo immediatamente un esempio e uno strumento idoneo per introdurre la stessa regola assoluta in queste Colonie:

 Per aver portato via le nostre Carte, abolendo le nostre leggi più preziose e alterato fondamentalmente le forme dei nostri governi:

 Per aver sospeso la nostra legislatura e per essersi dichiarati investiti del potere di legiferare per noi in ogni caso.

 Ha abdicato al governo qui, dichiarandoci fuori dalla sua protezione e dichiarando guerra contro di noi.

 Ha saccheggiato i nostri mari, devastato le nostre coste, bruciato le nostre città e distrutto le vite della nostra gente.

 In questo momento sta trasportando grandi eserciti di mercenari stranieri per completare le opere di morte, desolazione e tirannia, già iniziate con circostanze di crudeltà e perfidia a malapena parallele nelle epoche più barbare, e totalmente indegne del capo di una nazione civile.

 Ha costretto i nostri concittadini presi prigionieri in alto mare a portare armi contro il loro paese, a diventare i carnefici dei loro amici e fratelli, o a cadere essi stessi per mano.

 Ha suscitato insurrezioni domestiche tra di noi e si è sforzato di attirare gli abitanti delle nostre frontiere, gli spietati Selvaggi Indiani, il cui noto dominio di guerra è una distruzione indistinta di tutte le età, sessi e condizioni.

 In ogni fase di queste oppressioni abbiamo chiesto riparazione nei termini più umili: alle nostre ripetute petizioni hanno risposto solo ripetute offese.  Un principe, il cui carattere è così segnato da ogni atto che possa definire un tiranno, non è adatto a governare un popolo libero.

 Né abbiamo mancato di prestare attenzione ai nostri fratelli britannici.  Di tanto in tanto li abbiamo avvertiti dei tentativi da parte del loro legislatore di estendere su di noi una giurisdizione ingiustificabile.  Abbiamo ricordato loro le circostanze della nostra emigrazione e del nostro insediamento qui.  Ci siamo appellati alla loro nativa giustizia e magnanimità, e li abbiamo evocati dai legami della nostra comune parentela per sconfessare queste usurpazioni, che avrebbero inevitabilmente interrotto i nostri collegamenti e la nostra corrispondenza.  Anche loro sono stati sordi alla voce della giustizia e della consanguineità.  Dobbiamo quindi acconsentire alla necessità, che denuncia la nostra Separazione, e considerarli, come noi teniamo il resto dell’umanità, Nemici in Guerra, Amici di Pace.

 Noi, quindi, i Rappresentanti degli Stati Uniti d’America, al Congresso Generale, riuniti, facendo appello al Giudice Supremo del mondo per la rettitudine delle nostre intenzioni, lo facciamo, in nome e per autorità del buon popolo di queste colonie  , pubblicano e dichiarano solennemente che queste Colonie Unite sono e di diritto dovrebbero essere Stati Liberi e Indipendenti;  che sono assolti da ogni Fedeltà alla Corona britannica e che ogni legame politico tra loro e lo Stato della Gran Bretagna è e dovrebbe essere completamente sciolto;  e che, come Stati Liberi e Indipendenti, hanno il pieno potere di imporre guerra, concludere la pace, contrarre alleanze, stabilire il commercio e fare tutti gli altri atti e cose che gli Stati indipendenti possono di diritto fare.

 E per il sostegno di questa Dichiarazione, con una ferma fiducia nella protezione della Divina Provvidenza, ci impegniamo reciprocamente le nostre vite, le nostre fortune e il nostro sacro onore.

 Colonna 3
 Massachusetts:
 John Hancock

 Colonna 1
 Georgia:
 Button Gwinnett
 Lyman Hall
 Geo.  Walton

 Colonna 2
 Carolina del Nord:
 Wm.  cestista
 Joseph Hewes
 John Penn

 Carolina del Sud:
 Edward Rutledge
 Thos.  Ehi, Junr.
 Thomas Lynch, giugno.
 Arthur Middleton

 Maryland:
 Samuel Chase
 Wm.  Paca
 Thos.  Calcolo
 Charles Carroll di Carrollton

 Virginia:
 George Wythe
 Richard Henry Lee
 Th.  Jefferson
 Benja.  Harrison
 Thos.  Nelson, Jr.
 Francis Lightfoot Lee
 Carter Braxton

 Colonna 4
 Pennsylvania:
 Robt.  Morris
 Benjamin Rush
 Benja.  Franklin
 John Morton
 Geo.  Clymer
 Jas.  fabbro
 Geo.  Taylor
 James Wilson
 Geo.  Ross

 Delaware:
 Caesar Rodney
 Geo.  Leggere
 Però.  Mckean

 Colonna 5
 New York:
 Wm.  Floyd
 Phil.  Livingston
 Frans.  Lewis
 Lewis Morris

 New Jersey:
 Richd.  Stockton
 Jno.  Witherspoon
 Fras.  Hopkinson
 John Hart
 Un reggiseno.  Clark

 Colonna 6
 New Hampshire:
 Josiah Bartlett
 Wm.  Whipple

 Massachusetts:
 Saml.  Adams
 John Adams
 Robt.  Tratta Paine
 Elbridge Gerry

 Rhode Island:
 Passo.  Hopkins
 William Ellery

 Connecticut:
 Roger Sherman
 Samuel Huntington
 Wm.  Williams
 Oliver Wolcott

 New Hampshire:
 Matthew Thornton

 __

 Storia del DofI

 La Dichiarazione di Indipendenza è stata originariamente scritta da Jefferson, ma il documento come lo conosciamo oggi non è del tutto suo.  Il comitato per l’indipendenza ha apportato un numero considerevole di revisioni alla bozza di Jefferson.  Jefferson ha inoltrato una copia contrassegnata della sua prima bozza a Franklin (che è rimasto a casa la maggior parte del tempo dagli effetti della gotta), chiedendo il suo contributo in seguito alla revisione del resto del comitato.  Questa bozza sopravvive oggi ed è ospitata nella Library of Congress.  Una volta che la commissione è stata soddisfatta della dichiarazione, è stata inviata al Congresso completo per l’approvazione.

 Per due giorni, 2 e 3 luglio, il Congresso ha lavorato alla dichiarazione.  Fu un duro attacco al re e alla stessa Gran Bretagna.  Nonostante il fervore della rivoluzione, si è ritenuto opportuno attenuare la retorica.  I primi due paragrafi di Jefferson, con la loro formulazione forte e patriottica (come “quando nel corso degli eventi umani” e “riteniamo che queste verità siano evidenti”), sono stati lasciati per lo più intatti.  Ma Jefferson era troppo prolisso nel suo elenco dei crimini del re.  Sebbene tali elenchi, giustificazioni per le azioni che stavano per essere intraprese, fossero comuni, di solito contenevano un piccolo numero di reati ben noti che la gente comune poteva ricordare e comprendere.  Jefferson, con un’apparente memoria fotografica degli eventi dell’ultimo decennio, ha elencato molti piccoli eventi banali e lo ha fatto a lungo.  In particolare, fu lanciata una lunga accusa riguardante la tratta degli schiavi e un lungo attacco contro il popolo britannico fu notevolmente modificato.  In generale, è generalmente accettato che la versione finale modificata della Dichiarazione sia un documento molto più forte delle bozze di Jefferson.

 La Dichiarazione di Indipendenza è divisa in tre parti principali, in uno stile molto comune ai suoi tempi.  Un preambolo, un elenco di rimostranze o giustificazioni e infine il punto di tutto ciò che lo ha preceduto.  Gran parte del preambolo proveniva da un precedente lavoro di George Mason, la Dichiarazione dei diritti della Virginia.  Pubblicato pochi giorni dopo la proposta di Lee al Congresso, Jefferson prese molto in prestito dal lavoro.  Non è noto se fosse di sua spontanea volontà o per ordine del comitato per l’indipendenza, ma tale prestito era perfettamente etico all’epoca, anche se oggi potremmo disapprovare tale uso non attribuito.

 Il preambolo stabilisce che tutti gli uomini hanno diritti, che il governo è istituito per garantire quei diritti, e se e quando tale governo diventa un ostacolo a quei diritti, dovrebbe essere abolito – o i legami ad esso rotti.  Rileva che le persone preferirebbero fare una certa quantità di sofferenza piuttosto che fare questo passo estremo, ma che tale tolleranza non è illimitata.  Gli abusi delle colonie da parte del re erano arrivati ​​a quel punto.  Il momento di presentare i fatti al mondo era arrivato.

 Poi sono elencati quasi 30 punti separati, i crimini del Re contro il popolo delle colonie, e infine un’accusa contro il popolo della Gran Bretagna, per aver permesso che tali ingiustizie continuassero.  Giura che la nuova nazione non ha rancore duraturo contro il popolo britannico, ma che li combatterà se necessario: “Nemici in guerra, amici in pace”.

 Infine, il culmine del documento, la sua dichiarazione.  Sepolto nel fiorire verbale, il punto può essere riassunto in questo: “il buon popolo di queste colonie, pubblica e dichiara solennemente, che queste colonie unite sono, e di diritto dovrebbero essere Stati liberi e indipendenti”.

__ 

[ fonte app “United States Constitution” 

https://play.google.com/store/apps/details?id=com.nikitadev.usconstitution %5D 

 __ 

《 5G, MICROCHIP, CORONA VURUS = SANATISMO SANITARIO, LE CRONACHE MAI RIVELATE. Salmi 5 – ITALIA ALATA 

https://italiaalata.wordpress.com/2020/08/23/5g-microchip-corona-vurus-sanatismo-sanitario-le-cronache-mai-rivelate-salmi-5/ 》 

ITALIA_ALATA_Massoni 

ITALIA_ALATA_Cia 

ITALIA_ALATA_banca 

Albert Pike (1809-1891) era un massone americano, generale confederato durante la guerra civile e autore di Morals and Dogma (1871), un libro dedicato al simbolismo massonico.

 
Il suo nome evoca, nella controcultura cospirativa, la presunta “Lettera di Albert Pike a Mazzini” del “15 agosto 1871” che avrebbe dovuto descrivere in anticipo tre guerre mondiali volte a stabilire il regno di Lucifero con l’istituzione di ‘un governo mondiale. Non esiste infatti alcuna lettera che Albert Pike avrebbe indirizzato al repubblicano italiano Giuseppe Mazzini (1805-1872). È con ogni probabilità un’invenzione dell’autore cospiratorio canadese William Guy Carr, nel suo libro Pawns in the Game (1955), un classico della letteratura cospirativa contemporanea.

Copertina di “Le Diable au XIXe siècle”.

Nel testo che Carr spaccia per lettera di Pike a Mazzini, troviamo un estratto da Le Diable au XIXe siècle , opera pubblicata nel 1895 e che raccoglie opuscoli pubblicati tra il 1892 e il 1895 dal mistificatore francese Gabriel-Antoine Jogand- Pagès (1854-1907), noto come Léo Taxil, e il dottor Charles Hacks (1851-1935) con lo pseudonimo collettivo di “dottor Bataille”. Inoltre, il testo della “Lettera”, nella versione data da Carr, è anacronistico in quanto utilizza i termini “sionismo” e “nazismo”, parole che appariranno rispettivamente solo al fine del XIX secolo e primi anni ’30.

Molti cospiratori continuano a trasmettere il mito di una profezia di Albert Pike. Tra questi, lo youtubeur Morgan Priest, Alain Soral, Alex Jones e David Icke. 

(Ultimo aggiornamento: 07/03/2019)

ITALIA_ALATA_signoraggio 

__ 

BOMBSHELL: La sequenza di primer del test PCR per il coronavirus dell’OMS si trova in tutto il DNA umano

Questo era abbastanza importante che volevo farlo uscire immediatamente. La mia ricerca nel database NCBI per le sequenze nucleotidiche ha portato a una scoperta sorprendente. Una delle sequenze di primer dell’OMS nel test PCR per SARS-CoV-2 si trova in tutto il DNA umano!

La sequenza “CTCCCTTTGTTGTGTTGT” è una sequenza di primer di 18 caratteri che si trova nel documento del protocollo di test PCR del coronavirus dell’OMS . Le sequenze di primer sono ciò che viene amplificato dal processo PCR per essere rilevato e designato come risultato del test “positivo”. Accade così che questa identica sequenza di 18 caratteri, letteralmente, si trovi anche sul cromosoma 8 dell’Homo sapiens! Per quanto ne so, ciò significa che i kit di test dell’OMS dovrebbero trovare un risultato positivo in tutti gli esseri umani. Qualcuno può spiegarlo diversamente?

Non posso davvero sopravvalutare il significato di questa scoperta. Come minimo, dovrebbe avere un impatto notevole sui risultati dei test.

Homo sapiens cromosoma 8, GRCh38.p12
ID sequenza assemblaggio primario : NC_000008.11 Lunghezza: 145138636
Intervallo 1: da 63648346 a 63648363 è “CTCCCTTTGTTGTGTTGT”

Aggiornamento: dopo qualche sforzo, ho finalmente scoperto un modo per mostrare la prova (oltre ai miei screenshot) che il cromosoma umano 8 ha la stessa identica sequenza di 18 caratteri. Si prega di provare il collegamento sottostante. La sequenza è mostrata in fondo alla pagina.

__ 

《 Ezech 2e3; SIgnoraGGIO, PODESTÀ, POTERE, Psicopolitica del denaro 2010 – Maurizio Mottola – ITALIA ALATA 

https://italiaalata.wordpress.com/2020/08/22/ezech-2e3-signoraggio-podesta-potere-psicopolitica-del-denaro-2010-maurizio-mottola/ 》 

__

《 VIRUS #CV & Telecom, 5G dall’anno 2012 = 5 global. – ITALIA ALATA  

https://italiaalata.wordpress.com/2020/08/17/virus-cv-telecom-5g-dallanno-2012-5-global/ 》 
 
__ 

《 Il principio di preCauzione, Carta ambientale = Le principe de préCaution, Charte de l’environnement – ITALIA ALATA 

Arte. 6. – Le politiche pubbliche devono promuovere lo sviluppo sostenibile. A tal fine, conciliano la protezione e la valorizzazione dell’ambiente, lo sviluppo economico e il progresso sociale. 
 
https://italiaalata.wordpress.com/2020/08/22/il-principio-di-precauzione-carta-ambientale-le-principe-de-precaution-charte-de-lenvironnement/ 》 

__ 

《 Capo I – PATROCINIO A SPESE DELLO STATO NEI GIUDIZI PENALI» per i non abbienti” Legge n. 134 del 29 Marzo 2001 – ITALIA ALATA 

https://italiaalata.wordpress.com/2020/08/07/capo-i-patrocinio-a-spese-dello-stato-nei-giudizi-penali-per-i-non-abbienti-legge-n-134-del-29-marzo-2001/ 》 

__

《 Dittatura sanitaria, VIRUS, BUNKER e trucchi trump”s”, BANCARI°, in #5G gates, muezzin (fr.) = chi dice alle armi per gli isLaMici.  – ITALIA ALATA 

https://italiaalata.wordpress.com/2020/08/07/dittatura-sanitaria-virus-bunker-e-trucchi-trumps-bancari-in-5g-gates-muezzin-fr-chi-dice-alle-armi-per-gli-islamici/ 》 

__ 

《 Effetti della comunicazione wireless 5G sulla salute umana; Raggio di azione di un impianto 5g? – ITALIA ALATA 

https://italiaalata.wordpress.com/2020/08/16/effetti-della-comunicazione-wireless-5g-sulla-salute-umana-raggio-di-azione-di-un-impianto-5g/ 》 

__  

《 La difficile e costosa attività di costruire 5G: risposta al danno al DNA, induzione al danno al DNA. – ITALIA ALATA 

https://italiaalata.wordpress.com/2020/08/14/la-difficile-e-costosa-attivita-di-costruire-5g-risposta-al-danno-al-dna-induzione-al-danno-al-dna/ 》 

__ 

L’articolo con il titolo in inglese ma testo tradotto è al seguente link: 

《 The tricky and really expensive business of building 5G — DNA damage response, DNA damage induction. – ITALIA ALATA  

https://italiaalata.wordpress.com/2020/08/14/the-tricky-and-really-expensive-business-of-building-5g-dna-damage-response-dna-damage-induction/ 》 

__ 

Articoli per ulteriori Approfondimenti 

《 SENZA UN VERO ESERCITO LOCALE A #KM0 Gli invasori sono protetti e i CRISTIANI UCCISI del 25/07/2020  – ITALIA ALATA 

https://italiaalata.wordpress.com/2020/08/09/senza-un-vero-esercito-locale-a-km0-gli-invasori-sono-protetti-e-i-cristiani-uccisi-del-25-07-2020/ 》 

__ 

《 #GENOCIDIO #5G, DOVE RIFUGIARSI? Matteo 24:16 Ai Monti. – ITALIA ALATA 

Matteo 24:16  allora quelli che saranno nella Giudea, fuggano ai monti;

https://italiaalata.wordpress.com/2020/08/09/genocidio-5g-dove-rifugiarsi/ 》 

__

《 STRATEGIA DEL SIGNORE ANTI BUNKER di Trump e sul #5G da Tg1 #Fragging #REVOLUTION – ITALIA ALATA 

  1. Per città mappature con Google Maps 

O altri metodi di rilievo 

  1. Mappature dei BUNKER ANTI 5G CHE I RICCHISSIMI POSSEGGONO IN QUANTO ARTEFICI 
  2. CIMICI SUI LEADERS 
    ANCHE SUL TRAMP TRUM P E TRUPPE FORAGGIATE DAL MCDONALD E CARNI STRATEGICHE. 
  3. DOVE VA TRUMP NON RIMANGA UN MISTERO AL SUO BUNKER QUANDO NON SE LO ASPETTA SI INSTALLANO AGLI INGRESSI I FAMOSI RAGGI ULTRA MORTALI 5G 

E POI CON TELECAMERE LIVE IMMORTALE L’EVENTO EVENTUALE 

  1. SCACCO ALLA REGIONALE BANCARIO/A OFFSHORE CYBER CRIPTATA TANGENTE 
  2. DAI PIANI ALTI E SI SA CHE GLI ULTIMI SARANNO I PRIMI 
  3. Fragging #RIVOLUZIONE Militare 

Nelle United States Armed Forces il fragging (dal termine inglese fragmentation
grenade, granata a frammentazione) indica un’azione compiuta intenzionalmente
per assassinare un altro militare, in particolare il proprio comandante o un
altro membro del corpo combattente. Per estensione, il termine può essere
applicato per indicare la deliberata manipolazione della catena di comando
ottenuta attraverso l’esposizione intenzionale a una situazione di pericolo di
un membro o di un’unità, al fine di annientarlo/i. Ad esempio, può essere
ordinato ad un singolo soldato di compiere un’azione particolarmente rischiosa
ed esporlo ripetutamente ad azioni simili fino alla sua morte.

https://italiaalata.wordpress.com/2020/08/08/strategia-del-signore-anti-bunker-di-trump-e-sul-5g-da-tg1-fragging-revolution/ 》 

__

《 #CoviD19 VS PLASMA / AGO VS AGLIO / Giacomo 5; Osea 4:6 / LA FARMACEUTICA BUSINESS VS LA RAGIONE. – ITALIA ALATA 

https://italiaalata.wordpress.com/2020/05/06/covid19-vs-plasma-ago-vs-aglio-giacomo-5-osea-46-la-farmaceutica-business-vs-la-ragione/ 》 

__

《 L’ORDINE ((#noiR)) SECONDO CUI LA LEGGE DETERMINA L’ASSICURAZIONE DELLA TRASMISSIONE DI RETE È A SCOPO DI GENOCIDIO #5G GLOBAL; Ordinanza n. 2020-320 del 25 marzo 2020 relativ a un impianto di comunicazione elettronica al fine – ITALIA ALATA 

https://italiaalata.wordpress.com/2020/08/14/lordine-noir-secondo-cui-la-legge-determina-lassicurazione-della-trasmissione-di-rete-e-a-scopo-di-genocidio-5g-global-ordinanza-n-2020-320-del-25-marzo-2020-relativ-a-un-impianto-di-comun/

__

《 THE VIRUS BUSINESS GAME “Gold finghers” Dire 33, in medicina te dice strano? – ITALIA ALATA 

https://italiaalata.wordpress.com/2020/03/23/the-virus-business-game-gold-finghers-dire-33-in-medicina-te-dice-strano/ 》 

__

《 Come evincere i FUORI DI TESTA, I GENDER senza anima ma BESTIE in uno Stato Bestiale? – ITALIA ALATA 

https://italiaalata.wordpress.com/2020/08/13/come-evincere-i-fuori-di-testa-i-gender-senza-anima-ma-bestie-in-uno-stato-bestiale/ 》 

__

《 Processo di Norimberga #e20 – ITALIA ALATA 

https://italiaalata.wordpress.com/2020/04/12/processo-di-norimberga-e20/ 》 

__

《 Massoni = operatori di Satana e acab il manganello quando finisce bene c’è sempre l’infiLtraTo – ITALIA ALATA  

https://italiaalata.wordpress.com/2019/07/31/massoni-operatori-di-satana-e-acab-il-manganello-quando-finisce-bene-ce-sempre-linfiltrato/ 》 

__ 

__   

《 Salmi 12:8 Gli empi vanno in giro dappertutto quando la bassezza regna sui figli degli uomini. – ITALIA ALATA 

https://italiaalata.wordpress.com/2020/08/09/salmi-128-gli-empi-vanno-in-giro-dappertutto-quando-la-bassezza-regna-sui-figli-degli-uomini/ 》 

Salmi 11:3  Quando le fondamenta sono rovinate,
che cosa può fare il giusto?

Salmi 12:8  Gli empi vanno in giro dappertutto quando la bassezza regna sui figli degli uomini.

-#5G 

Pericolo 5G, inquietanti retroscena dal Ministero della Salute
12/09/2019

Il 5G è fuori legge? Privo di studi preliminari sugli effetti socio-sanitari per la popolazione irradiata

da inesplorate radiofrequenze a microonde millimetriche, nelle Smart City la fase sperimentale è partita senza il preventivo parere sanitario obbligatorio dal 1978 (legge 23 dicembre, n° 833), tra le competenze del Servizio Sanitario Nazionale nei “controlli sulla produzione dell’energia termoelettrica”.

https://terrarealtime.blogspot.com/2019/09/pericolo-5g-inquietanti-retroscena-dal.html?m=1

__ 

《 Tso, l’hanno fatto a me, Gesù, un ex organizer del m5s in Mazara terra di approdo VATICANO e PEDOFILIA – Giovanni 15:18 – ITALIA ALATA 

Si parla di PSICHIATRI CON IL  SATANISMO CHIMICO E SCIENZA DEI GRANDI INVESTIMENTI 

ITALIA_ALATA_acab e  
ITALIA_ALATA_psichiatria
ITALIA_ALATA_meDici  #Lo_PSICHIATRA
Lo ##PSICHIATRA quando scelse il percorso universitario lo fece in ragione e lo fa del suo mondo  oscuro con il prossimo.
È dell’ordine militare massonico, ed è acab l’ordine dei militari nella BIBBIA
Niente di scientifico in favore dell’uomo ma SUBDOLA, FALSA COERCIZIONE CHIMICA #ANTICRISTO #ANTIVITA E IN PARECCHI CASI L’USO DI TALI SOSTANZE PORTA AL SUICIDIO PER INDUZIONE PROGRAMMATA

= #Satanismo #dalleloropoere saprete riconoscerli 

https://italiaalata.wordpress.com/2020/07/11/tso-lhanno-fatto-a-me-gesu-un-ex-organizer-del-m5s-in-mazara-terra-di-approdo-vaticano-e-pedofilia-giovanni-1518/ 》 
 
__

《 Microchip #N666 Apocalisse e TruMp – ITALIA ALATA 

https://italiaalata.wordpress.com/2020/04/18/microchip-n666-apocalisse-e-trump/ 》 

__ 

《 #CoviD19 VS PLASMA / AGO VS AGLIO / Giacomo 5; Osea 4:6 / LA FARMACEUTICA BUSINESS VS LA RAGIONE. – ITALIA ALATA 

https://italiaalata.wordpress.com/2020/05/06/covid19-vs-plasma-ago-vs-aglio-giacomo-5-osea-46-la-farmaceutica-business-vs-la-ragione/ 》 

__ 

《 Esposto a tutto, Il primo Ex Organizer m5s CHE NELLE PAGINE DI FACEBOOK PER MESI ESPOSI LA QUESTIONE MONETA A DEBITO SCRIVENDO DELLA CAPACITÀ DI EMISSIONE ATTRAVERSO LO STATUITO SPECIALE DELLA SICILIA NON MI FU PERMESSO DI PARLATE – ITALIA ALATA  

Il primo, ed Ex Organizer che ricordando la QUERELA DI AURITI PER I FIRMATARI DI CESSIONE SUL POSSESSO DEL VALORE INTRINSECO DELLA MONETA STAMPATA, LA CESSIONE DEL TESORO DI STATO CHE
ESPOSI NELLE PAGINE DI FACEBOOK PER MESI LA QUESTIONE MONETA A DEBITO SCRIVENDO DELLA CAPACITÀ DI EMISSIONE ATTRAVERSO LO STATUITO SPECIALE DELLA SICILIA 

NON MI FU PERMESSO DI PARLATE ALLA SECONDA RIUNIONE REGIONALE 
DI CUI IL RESPONSABILE  FU UN TIZIO  DAL NOME RICCARDO NUTI, LO SCONOSCIUTO RELATORE ALL’EVENTO ATTESO 

https://italiaalata.wordpress.com/2020/05/22/esposto-a-tutto-il-primo-ex-organizer-m5s-che-nelle-pagine-di-facebook-per-mesi-esposi-la-questione-moneta-a-debito-scrivendo-della-capacita-di-emissione-attraverso-lo-statuito-speciale-della-sicilia/ 》 

__ 

《 Ne VERITÀ, Ne GIUSTIZIA, Ne Onore, ciò che lo Stato e la Divisa dello Stato è in verità. Un crogiolo di meschini fraudolenti – ITALIA ALATA 

https://italiaalata.wordpress.com/2020/05/13/ne-verita-ne-giustizia-ne-onore-cio-che-lo-stato-e-la-divisa-dello-stato-e-in-verita-un-crogiolo-di-meschini-fraudolenti/ 》 

__

《 Denuncia e querela atto II da Jesus – ITALIA ALATA 

https://italiaalata.wordpress.com/2019/08/24/denuncia-e-querela-atto-ii-da-jesus/comment-page-1/#comment-391 》 

__ 

《 Per chi suona la CampaGna col proibizionismo sotto sotto. Ebrei 11:1 Or la fede è certezza di cose che si sperano, dimostrazione di realtà che non si vedono. – ITALIA ALATA 

https://italiaalata.wordpress.com/2020/08/12/per-chi-suona-la-campagna-col-proibizionismo-sotto-sotto-ebrei-111-or-la-fede-e-certezza-di-cose-che-si-sperano-dimostrazione-di-realta-che-non-si-vedono/ 》 

Articolo con due titoli: 

《 È nell’Illuminismo il seme del male assoluto .. PIÙ che altro il PEDOFILO OMOSESSUALE. – ITALIA ALATA 

https://italiaalata.wordpress.com/2020/08/12/e-nellilluminismo-il-seme-del-male-assoluto-piu-che-altro-il-pedofilo-omosessuale/ 》 

__ 

__

《 Totalitarismo _PEDOFILO soverchiante nelle Istituzioni e IN GIUSTIZIA coi militari froci e #salvini sboldrini – ITALIA ALATA 

https://italiaalata.wordpress.com/2020/03/07/totalitarismo-_pedofilo-soverchiante-nelle-istituzioni-e-in-giustizia-coi-militari-froci-e-salvini-sboldrini/

__ 

《 L’ #ANTICRISTO PERFETTO È PEDOFILIO/OMOSESSUALE CHE È TRA VATICANO, POLITICA, MAGISTRATURA, SCUOLA, MILITARI. – ITALIA ALATA  

https://italiaalata.wordpress.com/2020/07/06/l-anticristo-perfetto-e-pedofilio-omosessuale-che-e-tra-vaticano-politica-magistratura-scuola-militari/ 》 

__ 

Stesso articolo con due titoli

《 La domanda lecita: il sindaco GIACALONE GAY OMOSESSUALE vicino di casa del ex organizer del m5s, giusto 100 passi fosse stato innamorato di me? Chi ama e non può avere allora ODIA fino al desiderio di vederlo soffrire e morire – ITALIA ALATA 

https://italiaalata.wordpress.com/2020/07/06/la-domanda-lecita-il-sindaco-giacalone-gay-omosessuale-vicino-di-casa-del-ex-organizer-del-m5s-giusto-100-passi-fosse-stato-innamorato-di-me-chi-ama-e-non-puo-avere-allora-odia-fino-al-desiderio-di/ 》 

__ 

Sostieni Il TUO RE GESÙ 
E il BLOG che ILLUMINA 

https://www.paypal.me/ItaliaAlata

Mail personale buffa.andrea.salvatore@gmail.com 

Paypal ID COMMERCIANTE

7B2EBC6MSJ2VG 

__  

Su Facebook la Pagina Ufficiale 

Proverbi 19:17  Chi ha pietà del povero presta al SIGNORE,
che gli contraccambierà l’opera buona.

__ 

Marseille, 25/08/2020 

#BUFFA_ANDREA_SALVATORE 

UNO CHE NE DICIE COM ANDAMENTI

#LINKEDINJESUS #INFOGESÙ 

 
__

Categorie Senza categoria

Un pensiero riguardo “I Have a Dream = Ho un Sogno by Martin Luther King, Jr. 1963, WashingtoN

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close