Il gioco del mito col dito degli altri, SI SA GIÀ QUALE PIEGA. Buon Senso e buon costume, da legalizzare, Licenziamento in BLOCCO con APERTURA NUOVE GRADUATORIE E APP, APPLICAZIONI IN TEMPO REALE

Il gioco del mito col dito degli altri, 
SI SA GIÀ QUALE PIEGA. 
Buon Senso e buon costume, 
da legalizzare,  
Licenziamento in BLOCCO con APERTURA NUOVE GRADUATORIE E 
APP, APPLICAZIONI IN TEMPO REALE 

Giovanni 8:32  conoscerete la verità e la verità vi farà liberi». 

Matteo 20:16  Così gli ultimi saranno primi e i primi ultimi».

Salmi 40:9-10; 
9  Ho proclamato la tua giustizia nella grande assemblea;
ecco, io non tengo chiuse le mie labbra;
o SIGNORE, tu lo sai.

10  Non ho tenuto nascosta LA TUA GIUSTIZIA nel mio cuore;
ho raccontato la tua fedeltà e la tua salvezza;
non ho celato la tua benevolenza
né la tua verità alla grande assemblea.

I POLITICI CHE DERIDONO LA LEGGE 
SONO RESPONSABILI  CHE VANNO DESTITUITI, PENA LA VITA DOPO LA MISERIA per chi constata in memoria di chi non scorge le scie chimiche sataniche di morte e STERMINIO.

Ora la MAGGIORANZA NELL’ ARMA È GAY CHE ODIA, ED È OMOFOBIA SPINTA, 
QUALE DEMOCRAZIA DUNQUE ? 

Art. 115; Art. 105; Art. 110; Art. 3; Art. 
Art. Ecc 

Art. 117

《 Libertà di DISSENSO DALLA CENSURA, Art. 603 C.P. ” PLAGIO; Art. 270. Associazioni sovversive Strumenti per La Libertà di DISSENSO DALLA CENSURA DEGLI STANDARD SATANICI OMOFOBI DI FACEBOOK E ogni TRADIMENTO OBBLIGATORIO anti VERBO CRISTIANO DI VITA E VERITÀ – ITALIA ALATA

https://italiaalata.wordpress.com/2020/05/17/liberta-di-dissenso-dalla-censura-art-603-c-p-plagio-art-270-associazioni-sovversive-strumenti-per-la-liberta-di-dissenso-dalla-censura-degli-standard-satanici-omofobi-di-facebook-e-ogn/ 》 

Articolo n.115 CODICE PENALE 

Accordo per commettere un reato. Istigazione.   

  1. Salvo che la legge disponga altrimenti , qualora due o più persone si accordino allo scopo di 

commettere un reato, e questo non sia commesso, nessuna di esse è punibile per il solo fatto 

dell’accordo.

  1. Nondimeno, nel caso di accordo per commettere un delitto, il giudice può applicare una misura di

sicurezza .

  1. Le stesse disposizioni si applicano nel caso di istigazione a commettere un reato , se la 

istigazione è stata accolta, ma il reato non è stato commesso .

  1. Qualora la istigazione non sia stata accolta, e si sia trattato d’istigazione a un delitto, l’istigatore 

può essere sottoposto a misura di sicurezza .

__ 

Art. 105.

Professionalità nel reato.

Chi trovandosi nelle condizioni richieste per la dichiarazione di abitualità, riporta condanna per un altro reato, è dichiarato delinquente o contravventore professionale qualora, avuto riguardo alla natura dei reati, alla condotta e al genere di vita del colpevole e alle altre circostanze indicate nel capoverso dell’articolo 133, debba ritenersi che egli viva abitualmente, anche in parte soltanto, dei proventi del reato.

__ 

La dittatura sempre più feroce – l’abuso di potere  delle forze dell’ordine – pandemia inesistente 

__ 

《 Libertà di DISSENSO DALLA CENSURA, Art. 603 C.P. ” PLAGIO; Art. 270. Associazioni sovversive Strumenti per La Libertà di DISSENSO DALLA CENSURA DEGLI STANDARD SATANICI OMOFOBI DI FACEBOOK E ogni TRADIMENTO OBBLIGATORIO anti VERBO CRISTIANO DI VITA E VERITÀ – ITALIA ALATA

https://italiaalata.wordpress.com/2020/05/17/liberta-di-dissenso-dalla-censura-art-603-c-p-plagio-art-270-associazioni-sovversive-strumenti-per-la-liberta-di-dissenso-dalla-censura-degli-standard-satanici-omofobi-di-facebook-e-ogn/ 》 

__

Art. 603.

Plagio. (1)

Chiunque sottopone una persona al proprio potere, in modo da ridurla in totale stato di soggezione, è punito con la reclusione da cinque a quindici anni.,(1) La Corte Costituzionale con sentenza 8 giugno 1981, n. 96, ha dichiarato l’illegittimità costituzionale dell’intero articolo.

Art. 603-bis.

Intermediazione illecita e sfruttamento del lavoro (1)

Salvo che il fatto costituisca più grave reato, è punito con la reclusione da uno a sei anni e con la multa da 500 a 1.000 euro per ciascun lavoratore reclutato, chiunque:,1) recluta manodopera allo scopo di destinarla al lavoro presso terzi in condizioni di sfruttamento, approfittando dello stato di bisogno dei lavoratori;,2) utilizza, assume o impiega manodopera, anche mediante l’attività di intermediazione di cui al numero 1), sottoponendo i lavoratori a condizioni di sfruttamento ed approfittando del loro stato di bisogno.,Se i fatti sono commessi mediante violenza o minaccia, si applica la pena della reclusione da cinque a otto anni e la multa da 1.000 a 2.000 euro per ciascun lavoratore reclutato.,Ai fini del presente articolo, costituisce indice di sfruttamento la sussistenza di una o più delle seguenti condizioni:,1) la reiterata corresponsione di retribuzioni in modo palesemente difforme dai contratti collettivi nazionali o territoriali stipulati dalle organizzazioni sindacali più rappresentative a livello nazionale, o comunque sproporzionato rispetto alla quantità e qualità del lavoro prestato;,2) la reiterata violazione della normativa relativa all’orario di lavoro, ai periodi di riposo, al riposo settimanale, all’aspettativa obbligatoria, alle ferie;,3) la sussistenza di violazioni delle norme in materia di sicurezza e igiene nei luoghi di lavoro;,4) la sottoposizione del lavoratore a condizioni di lavoro, a metodi di sorveglianza o a situazioni alloggiative degradanti.,Costituiscono aggravante specifica e comportano l’aumento della pena da un terzo alla metà:,1) il fatto che il numero di lavoratori reclutati sia superiore a tre;,2) il fatto che uno o più dei soggetti reclutati siano minori in età non lavorativa;,3) l’aver commesso il fatto esponendo i lavoratori sfruttati a situazioni di grave pericolo, avuto riguardo alle caratteristiche delle prestazioni da svolgere e delle condizioni di lavoro.,(1) Articolo introdotto dal D.L. 13 agosto 2011, n. 138, convertito dalla L. 14 settembre 2011, n. 148  e, successivamente, così sostituito dall’art. 1, comma 1, L. 29 ottobre 2016, n. 199, a decorrere dal 4 novembre 2016, ai sensi di quanto disposto dall’art. 12, comma 1 della suddetta L. 199/2016.

Art. 603-bis.2.

Confisca obbligatoria (1)

In caso di condanna o di applicazione della pena su richiesta delle parti ai sensi dell’articolo 444 del codice di procedura penale per i delitti previsti dall’articolo 603-bis, è sempre obbligatoria, salvi i diritti della persona offesa alle restituzioni e al risarcimento del danno, la confisca delle cose che servirono o furono destinate a commettere il reato e delle cose che ne sono il prezzo, il prodotto o il profitto, salvo che appartengano a persona estranea al reato. Ove essa non sia possibile è disposta la confisca di beni di cui il reo ha la disponibilità, anche indirettamente o per interposta persona, per un valore corrispondente al prodotto, prezzo o profitto del reato.,(1) Articolo inserito dall’art. 2, comma 1, L. 29 ottobre 2016, n. 199, a decorrere dal 4 novembre 2016, ai sensi di quanto disposto dall’art. 12, comma 1 della suddetta L. 199/2016

__

Art. 110.

Pena per coloro che concorrono nel reato.

Quando più persone concorrono nel medesimo reato, ciascuna di esse soggiace alla pena per questo stabilita, salve le disposizioni degli articoli seguenti.,__,Giurisprudenza,    • Mafia, concorso esterno non è reato di origine giurisprudenziale, Cassazione penale, V penale, sentenza 19 giugno 2019, n. 27308. ,    • Commercialista: quando concorre nella frode fiscale del cliente?, Cassazione penale, sentenza 27 giugno 2019, n. 28158. 

__ 

Art. 3. e Art. 3-bis Codice Penale

Obbligatorietà della legge penale. 

La legge penale italiana obbliga tutti coloro che, cittadini o stranieri, si trovano nel territorio dello Stato , salve le eccezioni stabilite dal diritto pubblico interno o dal diritto internazionale.,La legge penale italiana obbliga altresì tutti coloro che, cittadini o stranieri, si trovano all’estero, ma limitatamente ai casi stabiliti dalla legge medesima o dal diritto internazionale.

__

Art. 3-bis.

Principio della riserva di codice (1).

Nuove disposizioni che prevedono reati possono essere introdotte nell’ordinamento solo se modificano il codice penale ovvero sono inserite in leggi che disciplinano in modo organico la materia.,(1) Articolo inserito dall’art. 1, comma 1, D.Lgs. 1° marzo 2018, n. 21.
__

《 Una inspiegabile connivenza militare anti CRISTIANI: – ITALIA ALATA

https://italiaalata.wordpress.com/2020/02/28/una-inspiegabile-connivenza-militare-anti-cristiani/

Art. 612-bis.(Atti persecutori)

__ 

《 Microchip #N666 Apocalisse e TruMp – ITALIA ALATA 

https://italiaalata.wordpress.com/2020/04/18/microchip-n666-apocalisse-e-trump/ 》 

__ 

MICROCHIP RFID
IL MARCHIO DELLA BESTIA E IL NUOVO ORDINE MONDIALE
23 Febbraio 2015

__

New York Convention on the Rights of the Child (1989)

Invece secondo la Convenzione di New York sui diritti del fanciullo(1989), subentra la PEDOFILIA 

__  

MICROCHIP SOTTOCUTANEO – ARRESTATE BILL GATES – AVVOCATO LILLO MASSIMILIANO RUSSO 

__ 
 
In America, 
Dittatura sanitaria, 
La legge per deportare i cittadini americani: il suo numero è 6666
15 Maggio 2020 Cesare Sacchetti  

La legge per deportare i cittadini americani: il suo numero è 6666

__

Titolo IV – La Magistratura
Sezione I – Ordinamento giurisdizionale

Art. 101
La giustizia è amministrata in nome del popolo.
I giudici sono soggetti soltanto alla legge.

__ 

Parte seconda: Ordinamento della Repubblica
Titolo V – Le regioni, le provincie, i comuni

Art. 117
La potestà legislativa è esercitata dallo Stato e dalle Regioni nel rispetto della Costituzione, nonché dei vincoli derivanti dall’ordinamento comunitario e dagli obblighi internazionali. 
Lo Stato ha legislazione esclusiva nelle seguenti materie: 
a) politica estera e rapporti internazionali dello Stato; rapporti dello Stato con l’Unione europea; diritto di asilo e condizione giuridica dei cittadini di Stati non appartenenti all’Unione europea; 
b) immigrazione; 
c) rapporti tra la Repubblica e le confessioni religiose; 
d) difesa e Forze armate; sicurezza dello Stato; armi, munizioni ed esplosivi; 
e) moneta, tutela del risparmio e mercati finanziari; tutela della concorrenza; sistema valutario; sistema tributario e contabile dello Stato; armonizzazione dei bilanci pubblici; perequazione delle risorse finanziarie; 
f) organi dello Stato e relative leggi elettorali; referendum statali; elezione del Parlamento europeo; 
g) ordinamento e organizzazione amministrativa dello Stato e degli enti pubblici nazionali; 
h) ordine pubblico e sicurezza, ad esclusione della polizia amministrativa locale; 
i) cittadinanza, stato civile e anagrafi; 
l) giurisdizione e norme processuali; ordinamento civile e penale; giustizia amministrativa; 
m) determinazione dei livelli essenziali delle prestazioni concernenti i diritti civili e sociali che devono essere garantiti su tutto il territorio nazionale; 
n) norme generali sull’istruzione; 
o) previdenza sociale; 
p) legislazione elettorale, organi di governo e funzioni fondamentali di Comuni, Province e Città metropolitane; 
q) dogane, protezione dei confini nazionali e profilassi internazionale; 
r) pesi, misure e determinazione del tempo; coordinamento informativo statistico e informatico dei dati dell’amministrazione statale, regionale e locale; opere dell’ingegno; 
s) tutela dell’ambiente, dell’ecosistema e dei beni culturali. 
Sono materie di legislazione concorrente quelle relative a: rapporti internazionali e con l’Unione europea delle Regioni; commercio con l’estero; tutela e sicurezza del lavoro; istruzione, salva l’autonomia delle istituzioni scolastiche e con esclusione della istruzione e della formazione professionale; professioni; ricerca scientifica e tecnologica e sostegno all’innovazione per i settori produttivi; tutela della salute; alimentazione; ordinamento sportivo; protezione civile; governo del territorio; porti e aeroporti civili; grandi reti di trasporto e di navigazione; ordinamento della comunicazione; produzione, trasporto e distribuzione nazionale dell’energia; previdenza complementare e integrativa; coordinamento della finanza pubblica e del sistema tributario; valorizzazione dei beni culturali e ambientali e promozione e organizzazione di attività culturali; casse di risparmio, casse rurali, aziende di credito a carattere regionale; enti di credito fondiario e agrario a carattere regionale. Nelle materie di legislazione concorrente spetta alle Regioni la potestà legislativa, salvo che per la determinazione dei principi fondamentali, riservata alla legislazione dello Stato. 
Spetta alle Regioni la potestà legislativa in riferimento ad ogni materia non espressamente riservata alla legislazione dello Stato. 
Le Regioni e le Province autonome di Trento e di Bolzano, nelle materie di loro competenza, partecipano alle decisioni dirette alla formazione degli atti normativi comunitari e provvedono all’attuazione e all’esecuzione degli accordi internazionali e degli atti dell’Unione europea, nel rispetto delle norme di procedura stabilite da legge dello Stato, che disciplina le modalità di esercizio del potere sostitutivo in caso di inadempienza. 
La potestà regolamentare spetta allo Stato nelle materie di legislazione esclusiva, salva delega alle Regioni. La potestà regolamentare spetta alle Regioni in ogni altra materia. I Comuni, le Province e le Città metropolitane hanno potestà regolamentare in ordine alla disciplina dell’organizzazione e dello svolgimento delle funzioni loro attribuite. 
Le leggi regionali rimuovono ogni ostacolo che impedisce la piena parità degli uomini e delle donne nella vita sociale, culturale ed economica e promuovono la parità di accesso tra donne e uomini alle cariche elettive. 
La legge regionale ratifica le intese della Regione con altre Regioni per il migliore esercizio delle proprie funzioni, anche con individuazione di organi comuni. 
Nelle materie di sua competenza la Regione può concludere accordi con Stati e intese con enti territoriali interni ad altro Stato, nei casi e con le forme disciplinati da leggi dello Stato.[18] [42]

__ 

Parte prima: Diritti e doveri dei cittadini
Titolo I – Rapporti Civili

Art. 19

Tutti hanno diritto di professare liberamente la propria fede religiosa in qualsiasi forma, individuale o associata, di farne propaganda e di esercitarne in privato o in pubblico il culto, 

purché non si tratti di riti contrari al buon costume. 

Commento 

L’Art. 19 si limita a riconoscere la libertà religiosa senza fare espliciti riferimenti alla libertà di coscienza e alla libertà di cambiare religione. A partire dalla fine degli anni Settanta, però, la Corte costituzionale ha riconosciuto il fondamento costituzionale della libertà di coscienza (intesa come «libertà di formarsi una coscienza») e del diritto di mutare credo religioso, nonché l’applicabilità dell’Art. 19 a favore degli atei e dei non credenti.

L’Art. 19 si applica sia ai cittadini italiani che agli stranieri. 

Recentemente, la giurisprudenza ha iniziato a fare propri i principi espressi nella 

Convenzione di New York sui diritti del fanciullo(1989), 

riconoscendo al minore il diritto alla libertà  ….

__

80 avvocati contro le restrizioni alla libertà del Governo: “Applicate senza giusta disciplina giuridica”
“Sono state applicate pesanti restrizioni alle libertà individuali (la libertà personale, la libertà di circolazione, la libertà di riunione, la libertà di culto), per il tramite di atti amministrativi (decreti ed ordinanze), in assenza di una puntuale disciplina legislativa e violando il principio di diversificazione delle competenze amministrative”

23 aprile 2020   

http://www.triesteprima.it/cronaca/avvocati-restrizioni-liberta-governo.html

__

《 ATTENTATO ALLA FAMIGLIA DISTRUZIONE DELLA DIGNITÀ con targa e target GENDER SATANISMO, Art. 612-bis CP Atti persecutori – ITALIA ALATA 

https://italiaalata.wordpress.com/2020/05/17/attentato-alla-famiglia-distruzione-della-dignita-con-targa-e-target-gender-satanismo-art-612-bis-cp-atti-persecutori/ 》 

__ 

《 ESASPERANO PER AVERE LA SCUSA DI ARRESTI E OMICIDI da IMPUNITI GLI ACAB DI SEMPRE – ITALIA ALATA 

https://italiaalata.wordpress.com/2020/05/17/esasperano-per-avere-la-scusa-di-arresti-e-omicidi-da-impuniti-gli-acab-di-sempre/ 》 

__

https://italiaalata.wordpress.com/

Categorie Senza categoria

2 pensieri riguardo “Il gioco del mito col dito degli altri, SI SA GIÀ QUALE PIEGA. Buon Senso e buon costume, da legalizzare, Licenziamento in BLOCCO con APERTURA NUOVE GRADUATORIE E APP, APPLICAZIONI IN TEMPO REALE

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close