Magistrati 7000 Vs nemici del Signore come acab.

Sbruffoni a POSTO FISSO, euro taroccati, diritti d’autore PERSONE SCOMPARSE.
Mini Bot e fughe di capodanno.

La legge si APpLICA

#ITALIA_ALATA_GIUDICI
#ITALIA_ALATA_GIUSTIZIA VS

Chi ha agevolato il COLPEVOLE non è da DIO.

DAL LORO FATTURATO, POSSEDIMENTI E IN BASE ALLO STIPENDIO SI EVINCE FACILE CHI È PIÙ DISONESTO.

TRA I FIRMATARI DI #TSO IN PARTICOLARE SONO I PIÙ PEZZEnTI #ANTICRISTO
#SAMMARTANO_MARIO NOTE
#MASSONInote
#ITALIA_ALATA_TRATTATI
#ITALIA_ALATA_COSTITUZIONE
#ITALIA_ALATA_ACAB
#ITALIA_ALATA_TSO
#DENUNCIA_QUERELA

#GIUDICInote #GIUDICI7000 #JUICES7000

*

MATRIX e totogoal = tresca di faraButti qualunquisti del momento detto in #DEMOCRAZIAnote burocratica #MAILAVORATO

*

ILLEGALITÀ di Stato di lecchini di mafia is l a_mica, cioè
DIETRO LE QUINTE  #THE_QUENN #BRITANNIAnote

E nel mentre il POPOLO MANGIA LA MERDA dei MERCATI fin quando finisce bene

#GRANDE_ASSEMBLEA
___

A. Numero di caste principali di #POSTOFISSO

B. Per caste principali di #POSTOFISSO numero e Costi

#LISTlist

COLLOCAZIONE LAVORATIVA E PROVENIENZA

#ITALIA_ALATA_SPESA ACAB
#BUROCRAZIANOTE

#ITALIA_ALATA_CENSIMENTO
#ITALIA_ALATA_APP

#ITALIA_ALATA_TSO
NUMERO DI PERSONE TRATTATE CON COERCIZIONE DA #DIAZ #STATO_MAFIA E PROSTITUZIONE #INPOLITICA
#ITALIA_ALATA_GENDER

N° DI GAY LESBICHE IN #LAPOLITICA E IN ACAB DISTRICT

#CARABINIERINOTE
#CALCIO_SCOMMESSE #SISALVINICHIPUÒ #LAPOLICE

**

NUMERO DI DISOCCUPATI E NUMERO DI INVASORI

DISTRIBUZIONE E PROVEnIENZA

**

NUMERO DI AZIENDE CHIUSE E DI ACQUIRENTI IN PERSONE CON PROVENIENZA

ÉLITE NOTE

#NWONOTE

**

Levitico 26:3-13; Salmi 112; Salmi 128; 2 Cronache 15:7; Romani 2:6-7; Romani 10; Salmi 103:17-18; Deuteronomio 27; Deuteronomio 28

https://www.biblestudytools.com/riv/passage/?q=levitico+26:3-13;+salmi+112;+salmi+128;+2-cronache+15:7;+romani+2:6-7;+romani+10;+salmi+103:17-18;+deuteronomio+27;+deuteronomio+28

*

Leviticus 26:3-13; Psalm 112; Psalm 128; 2 Chronicles 15:7; Romans 2:6-7; Romans 10; Psalm 103:17-18; Deuteronomy 27; Deuteronomy 28  https://www.biblestudytools.com/passage/?q=leviticus+26:3-13;+psalm+112;+psalm+128;+2-chronicles+15:7;+romans+2:6-7;+romans+10;+psalm+103:17-18;+deuteronomy+27;+deuteronomy+28
**

Privacy e #DATABASE

La privacy è solo un’illusione che ci fanno credere,tutto è creato per spiarci.Ecco come

*

Ce li vedete un Macron o un Salvini in campagna a sudare il pane quotidiano?

In campagna elettorale ti offrono anche il caffè e qualche kg di pasta

MA Loro si FANNO DI ABBUFFATE

#STOLTOnote #PIGROnote
#ITALIA_ALATA_OCCUPAZIONE

*

Chi ha agevolato il COLPEVOLE non è da DIO.

DAL LORO FATTURATO, POSSEDIMENTI E IN BASE ALLO STIPENDIO SI EVINCE FACILE CHI È PIÙ DISONESTO.

TRA I FIRMATARI DI #TSO IN PARTICOLARE SONO I PIÙ PEZZEnTI #ANTICRISTO
#SAMMARTANO_MARIO NOTE
#MASSONInote

#GIUDICInote #GIUDICI7000 #JUICES7000

*

MATRIX e totogoal = tresca di faraButti qualunquisti del momento detto in #DEMOCRAZIAnote burocratica #MAILAVORATO

*

Deuteronomio 27:17
17 Maledetto chi sposta i termini del suo prossimo! E tutto il popolo dirà: Amen.

Esodo 23:1
1 Non spargere alcuna voce calunniosa e non tener di mano all’empio nell’attestare il falso.

#GIUDICIUNCAZZO —>

Proverbi 19:5-9
5 Il falso testimonio non rimarrà impunito, e chi spaccia menzogne non avrà scampo.

6 Molti corteggiano l’uomo generoso, e tutti sono amici dell’uomo munificente. 7 Tutti i fratelli del povero l’odiano, quanto più gli amici suoi s’allontaneranno da lui! Ei li sollecita con parole, ma già sono scomparsi. 8 Chi acquista senno ama l’anima sua; e chi serba con cura la prudenza troverà del bene. 9 Il falso testimonio non rimarrà impunito, e chi spaccia menzogne perirà.

Salmi 101:8
8 Ogni mattina distruggerò tutti gli empi del paese per estirpare dalla città dell’Eterno tutti gli operatori d’iniquità.
*

denunciato-chi-non-indago-su-renzi

https://www.iltempo.it/politica/2016/01/05/gallery/denunciato-chi-non-indago-su-renzi-1000718/

*

Politica e monopolio

Robert-f- Kennedy-jr-spiega-come-big-pharma-possiede-completamente-il-congresso-usa

Robert F. Kennedy Jr spiega come Big Pharma possiede completamente il Congresso USA

*

Abuso minore e MAGISTRATURA

https://bit.ly/2Ie0I8T

*

Minigonna per MAGISTRATURA

http://huffp.st/2clYAq8

*

Nazismo nazionale

frankfurter-allgemeiner-tocca-un-nervo-scoperto-una-ue-nazi

http://vocidallestero.it/2019/06/04/editoriale-della-frankfurter-allgemeiner-tocca-un-nervo-scoperto-una-ue-nazi/

*

Latino

europa-ha-masticato-il-latino-per-20-secoli-e-non-ama-linglese-ripartiamo-da-qui

L’Europa ha masticato il latino per 20 secoli, non l’inglese. Ripartiamo da qui

*

un-millions-travailleurs-francais-vivent-dessous-seuil-pauvrete

https://www.peupledefrance.com/2019/06/un-millions-travailleurs-francais-vivent-dessous-seuil-pauvrete.html?spref=fb

*

《  SATANISMO $$ PSICHIATRIA

https://italiaalata.wordpress.com/2019/06/07/satanismo-psichiatria/

*

DEPISTAGGI, ACAB GOLPE

FANNO FINTA DI LITIGARE MA POI SI SCOPRE CHE SONO IN AFFARI STESSO PADRONE

CERCANDO DI DELEGITTIMARE I BUONI DI DIO, rimasti in 7000

#GIUDICIUNCAZZO VS #GRANDE_ASSEMBLEA con #JUICES7000 #GIUDICI7000

*

#Salvini in Calabria. Basta vittime #SS 106: fu la Lega a deviare i soldi destinati a noi – · 13 Maggio 2019

Salvini in Calabria. Basta vittime SS 106: fu la Lega a deviare i soldi destinati a noi

*

Il regalino del Csm: le ferie dei magistrati allungate di 15 giorni

«Niente udienze dal 15 luglio al 7 settembre per assicurare il godimento delle vacanze», 29 Maggio Mag 2019

Paolo Bracalini

http://www.ilgiornale.it/news/politica/regalino-csm-ferie-dei-magistrati-allungate-15-giorni-1702895.html

*

Giulia Bongiorno: “Serve un test psico-attitudinale per i magistrati”

Di Donato De Sena 03 Giu. 2019

Giulia Bongiorno: “Serve un test psico-attitudinale per i magistrati”

*

GRANDE #ASSEMBLEA

#GREAT_ASSEMBLY (en.),
#מכלול_גדול

#伟大的组装
#WĚIDÀ_DE_ZǔZHUĀNG (Cina),

#GRANDE_ASSEMBLÉ (fr.)

#GREAT_MONTAGE (de.),

#GRAN_MONTAJE (sp.),

#ВЕЛИКАЯ_АССАМБЛЕЯ
#VELIKAYA_ASSAMBLEYA (ru.),

#ITALIA_ALATA_
GIUSTIZIA #GIUSTEZZA

VS #GIUDICIUNCAZZO

#GIUDICIUNCAZZO VS #GRANDE_ASSEMBLEA

*

CSM, Sigle

https://it.m.wikipedia.org/wiki/CSM

*

ANM, Sigle

https://it.m.wikipedia.org/wiki/ANM

*

#CsmNote

Scandalo #Csm, i summit notturni per spartirsi le nomine. L’ #Anm: «Si dimettano»

5 Giugno 2019 – 08:30, di Redazione

Csm, i summit notturni per spartirsi le nomine. L’Anm: «Si dimettano»

*

Paolo Ferraro

”  ….
È questo il vero fronte che rischia di aprirsi quando i segreti del telefonino di Palamara diverranno di pubblico dominio. Perché nella rete di potere di cui Palamara era un tassello cruciale è coinvolto a trecentosessanta gradi il sistema che ha governato la magistratura in questi anni. A venire travolte dal sospetto se non dall’infamia, quando si alzerà il velo su questi segreti, saranno non solo le nomine degli anni scorsi ma anche quelle ancora aperte, il risiko che sta per disegnare gli equilibri dell’intera magistratura italiana.
….

E a fare da sfondo a tutto c’è lo sfascio del sistema correntizio. Unicost, il correntone di centro che per decenni ha regnato alleandosi un po’ a destra e un po’ a sinistra come la vecchia Dc, è investito in pieno dallo scandalo. La sinistra di Area e di Magistratura democratica oggi è all’opposizione: ma evita di cavalcare lo scandalo, perché se si va a scavare sugli anni passati nessuno sa cosa può saltare fuori. … ”

___

Giudici e pm in processione per farsi sistemare da Palamara
L’inchiesta sull’ex presidente Anm fa emergere una rete di favori. Nuove intercettazioni, trema il sistema

Luca Fazzo – Mar, 04/06/2019

http://www.ilgiornale.it/news/politica/giudici-e-pm-processione-farsi-sistemare-palamara-1705752.html?mobile_detect=false

___

https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=2233971416696831&id=100002519841658

*

Io giudice vi svelo le vergogne della casta

2 Marzo 2013
Il codice non scritto prevede “vivi e lascia vivere”. Decisivi gli appoggi politici al Csm

Quando entri in magistratura, è come dischiudere uno scrigno segreto e misterioso. Hai l’impressione d’essere stato ammesso in un regno proibito. Con le sue leggi, i suoi codici di comportamento. Rigorosamente non scritti, prima regola. Nulla di ufficiale. Quello che è ufficiale è demandato a Note, Circolari, Protocolli, utili per giustificare l’esistenza di un grande apparato.

http://m.ilgiornale.it/news/2013/03/02/io-giudice-vi-svelo-le-vergogne-della-casta/891579/

*

Giulia Bongiorno: “Serve un test psico-attitudinale per i magistrati”

Di Donato De Sena 03 Giu. 2019

Giulia Bongiorno: “Serve un test psico-attitudinale per i magistrati”

*

Alfonso Luigi Marra

VASTA CORRUZIONE DEI GIUDICI.

Il 2009 ho pubblicato su un’intera pagina a pagamento di “Il giornale”, costatami 8.000 euro, un articolo intitolato:

«VENDITA DI MASSA DELLE SENTENZE AD OPERA DEI GIUDICI DELLE COMMISSIONI TRIBUTARIE. DIRITTO DEI CITTADINI DI COMPRARE LE SENTENZE SE I GIUDICI LE VENDONO».

In quel lungo articolo descrissi dettagliatamente tutto il meccanismo spiegando anche l’ampio coinvolgimento delle Procure della Repubblica e della Guardia di Finanza, sotto i cui occhi, ovviamente, quello schifo – e non certo solo quello, perché la giustizia è tutta un mercimonio – avveniva ed avviene nel mentre tutti ormai sanno e fingono di non sapere dell’illiceità dei tributi stante il signoraggio.

Non successe nulla.

Oggi che qualcosa comincia ad emergere cercano di far passare tutto per un fenomeno di ‘mele marce’, laddove la corruzione giudiziale, oltre che della Guardia di Finanza, è un fenomeno vastissimo, che coinvolge in un modo o l’altro la maggioranza dei giudici i quali poi sono, per la totalità, salvo rare, inutili e mute eccezioni, culturalmente collusi con il potere bancario ed infatti tutti conniventi sul signoraggio.

Il vero cancro da estirpare non è cioè la mafia, la camorra e la ‘ndrangheta, ma la spaventosa corruzione e collusione della magistratura la quale, per favorire la cupola bancaria, le lobby, e in generale chiunque abbia da darle e garantirle i suoi paradisiaci agi, vantaggi e privilegi, ha distrutto il Paese.

1.1.2019, ALM

 

 

 

 

 

*

Orlando Aquilino

Essendo incravattati

Vlad il Pastore mi domanda

ma chi sono questi portano la cravatta

io rispondo

sono i ricchi del mondo moderno

e dicono di essere pieni di debiti

Vlad risponde :

Ma come pagano i debiti questi

con la cravatta

Allora io spiego al Signore Pastore

che questi portano la cravatta e lavorano per la Banca

e si chiamano nella nostra epoca del mondo moderno

colletti Bianchi

Vlad

Mi dice io avevo gli schiavi

te lo detto e sono senza debiti

eppure non o mai avuto una Banca

– Dicono di essere poveri ed anno la Banca !

Trasparenza: Forza Italia e Fratelli d’Italia, cinque candidati con condanne definitive
Postato il 22 maggio 2019, 9:37 MoVimento 5 Stelle ( )
Informazione

Trasparenza: Forza Italia e Fratelli d’Italia, cinque candidati con condanne definitive

___

 

 

 

 

*

Anm, Associazione nazionale magistrati

L’Associazione ha sede presso il Palazzo di Giustizia in Piazza Cavour, a Roma
Abbreviazione ANM
Fondazione 1909

Scioglimento (1925, rifondata nel 1944)
Presidente Italia Pasquale Grasso
Lingua ufficiale italiano
Membri 8.284 (2011)
Sito web

L’Associazione nazionale magistrati (in sigla ANM) è l’organismo rappresentativo, senza carattere politico[1], che raggruppa i magistrati italiani. Non è un sindacato, non ha potere di contrattazione sulle retribuzioni, che sono stabilite con decreto ministeriale.

Al 2011 sono iscritti 8.284 degli 8.886 magistrati italiani in servizio (il 93,2%).[2] È guidata da un comitato direttivo centrale eletto ogni quattro anni e composto da 36 membri.[2]

Scopo
Modifica

Gli scopi dell’ANM sono enunciati nell’articolo 2 del suo statuto:[1]

dare opera affinché il carattere, le funzioni e le prerogative del potere giudiziario, rispetto agli altri poteri dello Stato, siano definiti e garantiti secondo le norme costituzionali;
propugnare l’attuazione di un ordinamento giudiziario che realizzi l’organizzazione autonoma della magistratura in conformità delle esigenze dello Stato di diritto in un regime democratico;
tutelare gli interessi morali ed economici dei magistrati, il prestigio ed il rispetto della funzione giudiziaria;
promuovere il rispetto del principio di parità di genere tra i magistrati in tutte le sedi associative […];
dare il contributo della scienza ed esperienza della magistratura nell’elaborazione delle riforme legislative, con particolare riguardo all’Ordinamento Giudiziario.

Storia
Modifica

Sorta a Milano nel 1909[3] come Associazione generale dei magistrati[2], sciolta nel 1925 dal regime fascista. È stata rifondata nel 1944 a Roma come ANM. Negli anni ’50 nacquero le “correnti” interne all’ANM, e la prima fu “Terzo potere”. Nel 1961 uscì da ANM l’Unione magistrati italiani, per rientrarvi nel 1972. Dal 1963 la componente di maggioranza relativa era Magistratura indipendente. Dal 1981 lo è divenuta Unità per la Costituzione.

https://it.m.wikipedia.org/wiki/Associazione_nazionale_magistrati

*

CSM, Consiglio superiore della magistratura

Stato Italia
Tipo Organo di rilievo costituzionale
Sigla CSM
Commissioni

I Commissione
II Commissione
III Commissione
IV Commissione
V Commissione
VI Commissione
VII Commissione
VIII Commissione
Commissione Bilancio
Sezione disciplinare

Istituito 10 ottobre 1906
da Governo Giolitti III
Presidente Sergio Mattarella
Vicepresidente David Ermini
Ultima elezione 12-19 luglio 2018
Numero di membri 27
Sede Palazzo dei Marescialli, Roma
Indirizzo Piazza dell’Indipendenza, 6
Sito web csm.it

https://it.m.wikipedia.org/wiki/Consiglio_superiore_della_magistratura

*

#CENTRO_SALUTE_MENTALE
#EX_ORGANIZER_M5S
#ITALIA_ALATA_TSO

ASP TRAPANI
HOME » Dipartimento Salute Mentale | Composizione del D.S.M. | Modulo Dipartimentale Marsala-Mazara
Modulo Dipartimentale Marsala-Mazara
Direttore: Dott. Luciano Asaro

Ha competenza per i comuni di: Marsala, Strasatti, Petrosino, Mazara del Vallo, Salemi, Vita, Gibellina

Unità Operative
Responsabile

e-mail
CSM di Marsala
dott. M. SaMMartano #SAMMARTANO_MARIO $$ #GIACAlone_VENDOLa

Via ColoCasiO [ #nonStatuto #n5 ]

(ex Ospedale S. Biagio) Marsala
0923 782295

csmmarsala@asptrapani.it
CSM di Mazara del Vallo-Salemi
dott.ssa T. Nicolazzo

Via #Furia Tranquillina, 1 Mazara del Vallo

[ #APOCALISSE MORBIDA #M5S ]

http://www.asptrapani.it/servizi/Menu/dinamica.aspx?idSezione=18680&idArea=18696&idCat=19121&ID=19138&TipoElemento=categoria

*

Apollo Command/Service Module
veicolo spaziale

Il Modulo di Comando e Servizio in orbita lunare.

Il Apollo command and service module (CSM), in italiano modulo di comando e servizio Apollo, era uno dei due componenti principali della navicella statunitense Apollo, usata per il programma Apollo che permise agli astronauti di mettere piede sulla Luna tra il 1969 e il 1972. Il CSM funzionava come una navicella madre, in grado di trasportare un equipaggio composto da tre astronauti e il Modulo Lunare Apollo verso l’orbita lunare per poi riportare gli astronauti sulla Terra.

La navetta era composta da due parti, il “modulo di comando” di forma conica, che ospitava l’equipaggio e gli strumenti richiesti per il rientro atmosferico e l’ammaraggio, e il “modulo di servizio”, che forniva la propulsione, l’energia elettrica, e ospitava tutto ciò che veniva consumato durante la missione. Una connessione trasferiva l’energia e gli elementi di consumo tra i due moduli. Il modulo di servizio veniva sganciato e fatto bruciare nell’atmosfera prima del rientro del modulo di comando, che avrebbe riportato gli astronauti a casa.

Diciannove CSM sono stati lanciati nello spazio, nove di questi portarono gli astronauti in orbita intono alla Luna tra il 1968 e il 1972, mentre altri due eseguirono voli di prova con equipaggio in orbita terrestre bassa, tutti come parte del programma Apollo. Prima di questi, altri quattro CSM volarono come veicoli di test senza equipaggio, di cui due furono voli suborbitali e altri due orbitali. Dopo la conclusione del programma Apollo e durante il periodo 1973-1974, tre CSM trasportarono gli astronauti nella stazione spaziale orbitale Skylab. Infine, nel 1975, l’ultimo CSM si agganciò alla navetta sovietica Soyuz 19 come parte del programma internazionale Apollo-Sojuz Test Project.

https://it.m.wikipedia.org/wiki/Apollo_Command/Service_Module

*

#sisalvinichipuò hashtag

“Sono devoto alla Madonna e voglio fare il cammino di Santiago”

Il vicepremier a Chi: “Ho 46 anni, due figli che adoro e una compagna con cui mi trovo benissimo, un giorno vorrei andare a Pietrelcina”

04/06/2019 19:23 CEST

Stefano Montesi – Corbis via Getty Images

http://huffp.st/rdQoTTn

*

mercato delle toghe: indagato l’ex presidente Anm Palamara

Elezioni Europee 2019
29 Maggio Mag 2019 8 ore fa

http://m.ilgiornale.it/news/2019/05/29/il-mercato-delle-toghe-indagato-lex-presidente-anm-palamara/1702983/

#TSO #TSOnote

#EX_ORGANIZER_M5S

#DENUNCIA_QUERELA #sammartano_mario #giacalone_vendola

#GRILLOMOTTO

/

#ITALIA_ALATA_GENDER

#SALVInINOTE

chi-finanzia-i-partiti-da-banche-e-miliardari-finanziamenti-da-europa-alla-lega?

http://www.senzatregua.it/2019/05/20/chi-finanzia-i-partiti-da-banche-e-miliardari-finanziamenti-da-europa-alla-lega-2/

*

L’inchiesta sulle toghe di Trani
Magistrati arrestati: scoperto il «tesoro» di Savasta: 22 case e 12 terreni. Ex pm interrogato a Lecce per 8 ore

19 Marzo 2019

Massimiliano Scagliarini
pm Antonio Savasta

Il pm Antonio Savasta
Oltre agli immobili intestati a lui (anche con i fratelli), ci sono quelli della moglie (non indagata). I versamenti sui conti

https://www.lagazzettadelmezzogiorno.it/news/home/1122471/magistrati-arrestati-scoperto-il-tesoro-di-savasta-22-case-e-12-terreni.html#.XPjIq3KJ5_E.facebook

*

Responsabilità, partitivo, ambiguità
&
Teoria della linea, esposta da Platone nel dialogo la “Repubblica” con connivenza

#ITALIA_ALATA_GAY

Proverbi 23:13-14; [ #Marsiglia, #MARSEILLE da disinfestare
#SODOMANOTE & islam ]

#N13 Non risparmiare la correzione al bambino;
se lo batti con la verga, non ne morrà;
14 lo batterai con la verga,
ma lo salverai dal soggiorno dei morti.

#ITALIA_ALATA_ELEZIONI non per Pazzie maniacalmente Gender e acab
#VA ti ca NO

Levitico 21:16-21;

partitivo = di filosofia
Lontano dalla VERITÀ, L’ambiguità

#inPolitica #inPolitica salvina e sboldrina salvia e pecorino
Aggiunta depistaggi alla #diAZ  e #cocaineNote #database #giacalone_VENDoLA PAZZIA  #ITALIA_ALATA_PARTITO IN FRAnCE CiA

1 Corinzi 6:9-10;
9 Non sapete che gl’ingiusti non erediteranno il regno di Dio?

Non v’illudete; né fornicatori, né idolatri, né adùlteri, né effeminati, né sodomiti,  10 né ladri, né avari, né ubriachi, né oltraggiatori, né rapinatori erediteranno il regno di Dio.

1 Corinzi 6:4;
4 Quando dunque avete da giudicare su cose di questa vita, costituite come giudici persone che nella chiesa non sono tenute in alcuna considerazione.

Matteo 20:16;
16 Così gli ultimi saranno primi e i primi ultimi».

*

#ITALIA_ALATA_GIUSTIZIA
#ITALIA_ALATA_PROGRAMMA

Laura M. Chiara Giorgi

Con DIGNITÀ voterò:
“IO NON VOTO”
nessuno mi rappresenta

 

 

 

*

Francesco Miglino

Dobbiamo far luce su questo periodo dominato dalla sinistra che ha visto

– l’assalto alla Banca d’ Italia da parte delle banche private,

– l’ appropriazione dei risparmi di 200 mila Italiani indotti a comperarsi obbligazioni destinate alla svalutazione,

– il sequestro delle PRIME CASE di 520 mila Italiani incapaci di difendersi dalle pretese del fisco inquisitore,

– la svendita di aziende strategiche a prezzi vergognosi,

– la distruzione del tessuto produttivo, favorito dalla trasformazione delle banche storiche locali in Spa, per renderle ubbidienti alla Basilea 3 modificata, che ha programmato di far fallire le piccole e medie aziende italiane, negando loro il credito,

Per sequestrare il patrimonio immobiliare anche alle aziende,la banda criminale che ha compiuto il più grande attacco al patrimonio immobiliare degli Italiani, non solo aveva concepito l’ onere della prova a carico dei cittadini inquisiti dal fisco, ma addirittura pagava quei funzionari che riducevano sul lastrico il maggior numero di aziende.

 

 

*

Home

*

#ITALIA_ALATA_ELEZIONI
Vs CORRUZIONE #GIUDICIUNCAZZO

Esodo 20:12-17; Levitico 21:16-21;

Esodo 20:1-17;
L’esordio dei I 10 COME INCOMBENTI?

[ 5. ]  12 Onora tuo padre e tua madre, affinché i tuoi giorni siano prolungati sulla terra che il SIGNORE, il tuo Dio, ti dà.

[ #n6. ]  13 Non uccidere.

[ 7. ]  14 Non commettere adulterio.

[ #n8. ]  15 Non rubare.

[ #n9. ] 16 Non attestare il falso contro il tuo prossimo.

[ 10. ] 17 Non concupire la casa del tuo prossimo; non desiderare la moglie del tuo prossimo, né il suo servo, né la sua serva, né il suo bue, né il suo asino, né cosa alcuna del tuo prossimo».

*

Levitico 21:16-21;

16 Il SIGNORE disse ancora a Mosè:  17 «Parla ad Aaronne e digli:
“Nelle generazioni future nessuno dei tuoi discendenti che abbia qualche deformità si avvicinerà per offrire il pane del suo Dio;

18 perché nessun uomo che abbia qualche deformità potrà accostarsi: né il cieco, né lo zoppo, né chi ha una deformità per difetto o per eccesso,  19 o una frattura al piede o alla mano,

#ITALIA_ALATA_gay #giacalone_vendola
#GIUDICIUNCAZZO PER #GIUSTEZZA

20 né il gobbo, né il nano, né chi ha un difetto nell’occhio, o ha la rogna o un erpete o i #testicoli ammaccati.

21 Nessun uomo tra i discendenti del sacerdote Aaronne, che abbia qualche deformità, si avvicinerà per offrire i sacrifici consumati dal fuoco per il SIGNORE.

*
#ITALIA_ALATA_MyMILITARY
#PROGRAMMA_MILITARE

My #MILITARY  #inCRIST

#PROGRAMMA_MILITARE #MILITARyPROGRAM

#ITALIA_ALATA_DIFESA contro gli #ANTICRISTO STREET

Reclutatevi per ribaltaRe #LAPOLITICA dei mailavorato #BUROCRAZIAnote

& #diAZ che #acab mani di seta, #ITALIA_ALATA_AcAb £ #DATABASE questure

#Reclutamenti #Reclutamento
#ReclutamentoNote
#Recluty #ReclutyNote #DIFESE

Galati 1:6-11; Deuteronomio 33;

#PROGRAMMaMILITARE

Proverbi 14:20-35;
20. Il povero è odiato eziandio dal suo prossimo; Ma MOLTI son gli AMICI DEL RICCO.
21. Chi sprezza il suo prossimo pecca; Ma BEATO chi ha pietà de’ poveri.
22. Quelli che macchinano del male NON SONO EGLINO TRAVIATI? Ma benignità e verità sarà usata inverso coloro che pensano del bene.
23. In ogni fatica vi è del profitto; Ma il parlar delle labbra torna solo in inopia.
24. Le ricchezze de’ savi sono la lor corona; Ma la follia degli STOLTI È SEMPRE FOLLIA.
25. Il testimonio verace libera le anime; MA IL FALSO sbocca bugie.
26. NEL TIMOR DEL SIGNORE vi è confidanza FORTISSIMA; E vi sarà un ricetto per li figliuoli di colui che teme Iddio.
27. Il timOr Del Signore È Una Fonte Di Vita, Per RITRARSI DA’ LACCI DELLA MORTE.
28. LA MAGNIFICENZA del RE è nella MOLTITUDINE del popolo; MA la ruina del principe è NEL MANCAMENTO Della gente.
29. Chi è lento all’ira è di gran prudenza; Ma chi è pronto al cruccio ECCITA la follia.
30. Il cuor sano è la vita delle carni; Ma l’invidia è il TARLO delle ossa.
31. Chi oppressa il povero FA ONTA A COLUI CHE L’HA FATTO; Ma chi ha pietà del bisognoso l’onora.
32. L’EMPIO SARÀ TRABOCCATO PER LA SUA MALvagità; Ma il GIUSTO SPERA eziandio NELLA SUA MORTE.
33. La SAPIENZA RIPOSA NEL CUORE Dell’uomo intendente, Ed È RICONOSCIUTA IN MEZZO degli stolti.
34. La giustizia INNALZA LA NAZIONe; Ma il peccato è il VITUPERIO DE’ POPOLI.
35. Il favor del re è verso il servitore intendente; Ma la sua indegnazione è contro a quello che reca vituperio.

*

SI RECLUTA:
Gente del Luogo, che

1. Tecnicamente e LOGISTICAMENTE ha conoscenza del Territorio di Appartenenza dove è cresciuto;

2. EX Carcerati che sono stati costretti per mancanza di FEDE a rubare PER fame. [Da Registri Statali quali SERIT ecc, si Lascia senza costo copia dello Storico del malcapitato del Signore evincendone la Chiara Voglia di Nutrimento];

3. Ex Carcerati per detenzione ed eventuale vendita di modica quantità di Marijuana dal nome “Canna Odorosa nelle SACRE SCRITTURE, LA BIBBIA, e SOLI suoi Deravati;  (Cantico dei Cantici 4:14; Isaia 43:24; ecc.);

N.B. Essendo stati nelle prigioni, da ultimi, ne hanno conoscenza dell’ambiente carcerario e Hanno Autorità per rifarsi.

[ I carabinieri dell’esercito italiano, di contro, sono gay e FROCI di satana, un binario morto. Non hanno famiglia, tranne ancora per alcuni, e non si sa mai bene chi sono e da dove provengono.

carabinieri = marziani, da spedire su Pianeta Marte cogli altri gay. ]

1 Giovanni 4:1;
1. DILETTI, non crediate ad ogni spirito, ma provate gli spiriti, se son da Dio; poichè molti falsi profeti sono usciti fuori nel mondo.

4. #LÉGION #ÉTRANGÈRE #Français,

Voi fungerete da #Chef per l’esperienza accumulata sul campo, e addestrerete i giovani.

Comprendo i vostri dolori, L’IDDIO SIGNORE NOSTRO è anche PADRE degli orfani e conosce i cuori contriti.

Le colpe ai mandanti, siete stati Perdonati.

5. Graditi istruttori di arti marziali, in particolare della disciplina di difesa dal nome Jujitsu.

6. Ingegneri elettronici, di software, di creazioni di piattaforme web.
Adoperatevi per un sito web che funga da software con applicazioni che ne articolano un MANIFESTO da scaricare e stampare.
Funzioni come un blog agenda.
Che contenga un App. de La SACRA BIBBIA
http.Gesù.gov

7. Ingegneri informatici, occorre ancora una piattaforma web Governativa.
Faccia da archiviazione e rilascio copie Legali ad uso del cittadino; Un esempio pratico è il portale di stato olandese che elimina la burocrazia dagli ufficiali comunali, regionali e statali dei tiepidi noti cattolici raccomandati d’ufficio.

ADOPERATEVI TUTTI E TUTTE CON INTELLIGENZA chiedendo Consiglio sempre al PADRE DIO L’ETERNO nel solo nome di Gesù.

8. Per tutti gli appartenenti al SIGNORE:

1. Formate gruppi di 12 Soldati volontari in ogni luogo, paese, città;
2. Ogni gruppo di 12 devono avere stima e conoscenza l’uno dell’altro come si addice per i Figli di DIO;
3. Nell’Esercito del Signore sono esclusi gay e lesbiche ossia posseduti da uno spirito di satana;
4. Le Donne di DIO Padre essendo dono per L’Uomo vanno difese insieme ai bambini e agli anziani;
5. Fra i 12 al vostro capo eleggete colui che parla la Lingua inglese comune e semplice per una comunicazione globale;
6. Fra i 12 oltre al capo eleggete un vice;
7. CAPO E VICE devono avere Esperienza di viaggio, di campeggio agreste, e di esperienze sociali di informazione e resistenza, esempio
partigiani del G8 di Genova; blogger; attivisti partigiani;

Salmi 64; 1 Giovanni 4:1;

*

OBIETTIVO Cruciale:

1. LIBERARE i Legati Ai Ceppi, Militari Fratelli incarcerati nelle celle di Stato.
DA VERI UOMINI HANNO RISCHIATO PARTEGGIANDO IN NOME DELL’AMORE VERO senza interessi.
Da Sacre Scritture questi Valorosi verranno messi a Capo di molto e saranno, una volta liberati e ripresi, i vostri Capi;

2. TAGLIARE CAVI DI TELECAMERE E STRUMENTAZIONE DA PERSECUZIONE, SIAMO FIGLI DI DIO;

3. Fare copie giornaliere dei comunicati del Manifesto del SIGNORE E RE dei Re e così tenere informata la comunità e i popoli;

4. Portavoci nelle nazioni che TRADUCANO dall’italiano alla loro Lingua madre.

Per un ESERCITO SERIO, si prediligono persone di Spirito, socievoli e simpatici, composiTORI di Vita, ciclisti, scalatori, domatori di squali, pattiNaToRi, skaiters, surfisti and WindSurfisti (Robbie Nash),
Allenatori di gabbiaNi e di caccia alla volpe e Geppetto la pulce, il pulcino e il grillo giullare di corte inglese ma spilorcio di Genova, e ancora, fattori per fattorie, AllevaTori di cavalloni, Aliantisti, Domatori di Canzoni,
E tutti Voi Funzionari Ribelli come un arcoBAleno a Ciel sereno.
Ognuno operante a casa propria.

Astenersi avvelenatori di VITA, cani, serpi e farabutti.

Isaia 28:1-6; 28:9-12; 28:16;
1. GUAI alla corona della superbia degli ubbriachi di Efraim; la gloria della cui magnificenza è un fiore che si appassa; i quali abitano nel sommo delle valli grasse, e sono storditi di vino!
2. Ecco, il Signore ha appo sè un uomo forte e potente, che sarà come un nembo di gragnuola, come un turbo fracassante; egli atterrerà ogni cosa con la mano, a guisa d’una piena di grandi acque traboccanti.
3. La corona della superbia, gli ubbriachi di Efraim, saranno calpestati co’ piedi;
4. e la gloria della magnificenza di colui che abita nel sommo delle valli grasse, sarà come un fiore che si appassa; come un frutto primaticcio avanti la state, il qual tosto che alcuno ha veduto, lo trangugia, come prima l’ha in mano.
5. In quel giorno il Signor degli eserciti sarà per corona di gloria, e per benda di magnificenza, al rimanente del suo popolo;
6. e sarà per ispirito di giudicio a colui che siede sopra il seggio del giudicio; e per forza a quelli che fanno nella battaglia voltar le spalle a’ nemici fino alla porta.
9. A cui s’insegnerebbe la scienza, ed a cui si farebbe intender la dottrina? costoro son come bambini spoppati, svezzati dalle mammelle.
10. Perciocchè bisogna dar loro insegnamento dopo insegnamento, insegnamento dopo insegnamento; linea dopo linea, linea dopo linea; un poco qui, un poco là.
11. Conciossiachè Iddio parli a questo popolo con labbra balbettanti, e in lingua straniera.
12. Perciocchè egli avea lor detto: Questo è il riposo; date riposo allo stanco; questa è la quiete; ma essi non hanno voluto ascoltare.
16. perciò, così ha detto il Signore Iddio: Ecco, io son quel che ho posta in Sion una pietra, una pietra a prova, pietra di cantone preziosa, un fondamento ben fondato; chi crederà non si smarrirà.

*

#DONNE #PARTIGIANE del #Signore, adoperateVi al #Sacro compito di far nascere:

#ORTI #URBANI, da balcone, da terrazzo, orti #pensili.

1. Accumulate SEMI da Frutta e di Ortaggi avendo cura di farli essiccare in luogo asciutto e ventilato;
2. Creare un #CALENDARIO DELLA SEMINA ed mettere in Fertile dimora i semi nella stagione adatta;
3. In luogo aperto fare del compostaggio dagli scarti alimentari vegetali lontano da zone umide e avendo cura che sia arieggiato per l’essiccazione e per evitare cattivi odori;
4. Come Priorità è bene produrre Cibo, togliere via eventualmente piante semplicemente ornamentali E Sostituirle con i semi da piante da Cibo;
5. Aglio, prezzemolo, stevia, pomodori, limoni, fichi, aloe arborescenz, sono cibo per la salute;
6. Conserve ed essiccati in modo naturale, sotto vuoto con olio, aceto, o sotto sale.

Si otterrà un risparmio consistente sia in trasporti di merci che di mercificazione del cibo in prodotti di Zero qualità.

Nutrirsi è cosa diversa da cibarsi.
Lo stomaco, la sua sacca, pieno si sazia, Ma IL Cibo Vero è vero soltanto quando è Fresco di Vitamine.
Dopo poche ore dalla raccolta, frutta e vegetali perdono dal 60℅ all’ 80℅ di VITAMine.

Gli orti urbani per un bene giornaliero comunitario aiutano le persone sole a socializzare e a contribuire la crescita personale saggiamente nel Rispetto del CREATO avendone Cura in Verità.
Gli uomini sono sempre felici di darvi aiuto.

*

Per IL #MIO #POPOLO, ALL #MY #PEOPLE IN THE #WORLD:

1. STOP TO PAY #TAX for nothing;
Fermatevi di pagare le tasse per rovinarsi;

1a. STOP to pay satan in to the vatican & co;
Fermatevi di pagare le tasse domeniCane ai preti falsi profeti amanti lussuriosi del dio denaro, Perversi, IDOLATRI, pedofili, gay, lesbiche, malati e scomunicati in tutta LA SACRA BIBBIA; [ pensa io come sto’ ]

2. In gruppi e per tipologie di reati fate #DENUNCIE E #QUERELE.

Avete e abbiamo già pagato Strade, Autostrade, Reti Elettriche e Telefoniche, Perché pagare ancora per MANTENERE DEI FARABUTTI ?

B. Voi direte:
ci deruberanno delle Proprietà;

LA PAROLA DICE che vivete in case friabili e mal fatte, le terre hanno perso parecchio di valore E Non ci resta che piangere o Credere e Vincere nel solo nome di Gesù che vi  scrive di persona.

Inoltre fattaci, [ Per non mia volontà sta scritto che vinciamo insieme e aMens amen. ], GIUSTIZIA le terre tornano in contro ai legittimi e perfino secondo la legge ei commi del diritto romano, CHE ERA di cesarino il matto canterino.
La Legge invece che funge ANCHE da ricette per la vita OGNI 50esimo anno SABBATICO ristabilisce il SANTO GIUBILO con la restituzione della proprietà eventualmente persa dalla radice originaria di famiglia.

IO Vi dico avrete il massimo, persino:

1. la casa con domotica;

2. Si lavorerà solo 4 ore a turnazione;

2. Si Avrà il GIUSTO SALARIO al lavoratore che lavora;

3. Si farà molta Innovazione;

4. Il cibo e la Terra saranno benedetti e in abbondanza, per chi teme il SIGNORE.

5. Dovrà essere benedetto il fratello come previsto da Salmi 133;

La Grande Guerra non si vince in pantofole o col Pigiama, cosi’, Maledite a piacere i nostri nemici e Amen.

MALE DIRE MALE = DENUNCIE E QUERELE in gruppi come Parte Lesa e tutto perseguibile secondo persino la legge del diritto romano.

Io infatti porto a Compimento La LEGGE del DIO di ogni creazione e creatura.

LA BIBBIA NON PUO’ MENTIRE, altrimenti sareste degli Stolti da Biasimare.

Perdonatemi che mi esplico meglio nella lingua amata L’Italiano e con enfasi uso le altre e con IRA Il SICILIANO e Romano.

FATEVI FORZA E CORAGGIO che L’IDDIO SIGNORE DEGLI ESERCITI Ci è da Avanguardia e da Retroguardia, Amen, così è Amen.
Partita Vinta, Guerra Stravinta nel Nome di Gesù il Signore FIGLIO UNIGENITO DEL PADRE, DIO, AMen.

*

Marijuana, Cannabis, Canna Odorosa.

La Molecola presente nella Marijuana ha nome “CANNABINOIDE”, il Corpo Umano ha la sua molecola molto importante chiamata “ENDOCANNABINOIDE” CHE HA CARATTERISTICHE E FORMA CONSIMILE a quella della “Canna Odorosa = Canapa, Marijuana”.
(Cantico dei Cantici 4:14; Isaia 43:24…);

NOTA BENE: Non considero da DIO l’uso di droghe DETTE PESANTI altre da Marijuana, Caffè, thé, tabacco.

Ognuno se ne assume le proprie responsabilità da droghe pesanti che ad ogni modo tali Suoli di terra avranno da coltivare Cibo Vero secondo le stagioni e i Luoghi con le proprie intrinseche caratteristiche climatiche e di suolo e di fauna del suolo.

Optate per IL Signore e informate Sorelle e Fratelli, Amen.

By Gesù.

*

Salmi 110; salmi 64; Osea 7; 1 Giovanni 4:1; Giosué 5; genesi 49:10-12; 1 Giovanni 4:1; Osea 7; genesi 1:11-15; genesi 2:20; genesi 2:18; genesi 3:7; genesi 7:17; genesi 7:23; genesi 8:8-10; Giosué 1:1-5; Levitico 17:1-7; numeri 20:15;  numeri 20:12; numeri 20:16-17; numeri 20:27; 1 cronache 12;

http://www.biblestudytools.com/passage/?q=psalm+110;+psalm+64;+hosea+7;+1-john+4:1;+joshua+5;+genesis+49:10-12;+genesis+1:11-15;+genesis+2:20;+genesis+2:18;+genesis+3:7;+genesis+7:17;+genesis+7:23;+genesis+8:8-10;+joshua+1:1-5;+leviticus+17:1-7;+numbers+20:15-17;+numbers+20:12;+numbers+20:27;+1-chronicles+12

*

PARTIGIANO m sing (pl: partigiani)
aggettivo

che non è imparziale dei partigiani

(militare) combattente armato CHE NON appartiene ad un Esercito Regolare ma ad un movimento di resistenzae che solitamente si organizza in bande, per fronteggiare uno o più eserciti regolari, ingaggiando una guerra “asimmetrica”(storia) persona che ha combattuto durante la guerra di liberazione (nella seconda guerra mondiale) nella Resistenza contro i tedeschichi è di parte, ovvero schierato con una fazione o gruppo
sillabazionepar | ti | gia | no
pronuncia

(IPA): /parti’ʤano/

etimologia

derivazione di parte, col suffisso di artigiano

sinonimi: fautore, sostenitore(storia) resistente, patriota, combattente, guerrigliero ; antifascista parziale, settario, fazioso
parole derivate partigianesco
contrari imparziale, neutrale
traduzione francese: partisan inglese: partisan spagnolo: partidario

*
parteggiare
sillabazione par | teg | già | re
sinonimi: aderire, appoggiare, caldeggiare, difendere, favorire, sostenere, tenere

*
Patteggiare
sillabazionepat | teg | già | re
sinonimi: accordarsi, negoziare, trattare

*

agreste

aggettivo
– che si riferisce alla campagna e al piacere della vita di campagna

sillabazione
a   grè   ste

etimologia
dal latino agrestis, derivazione di AGER ovvero CAMPO
[ In Riga ]
*

Germania, Francia, Polonia, Scozia, Olanda, Danimarca, Estonia, Italia, Svezia, Norvegia.

Nel mondo adoperatevi allo stesso modo:

Vi soccorrete vicendevolmente in caso di bisogno, muovendosi tutti in un luogo determinato, e o in più parti contemporaneamente come si fece a Gerico con a Capo il valoroso Giosué.
Quando e sé c’è ne sarà bisogno, vi muoverete secondo le necessità caso per caso come un plotone di una schiera che rompe le file sui ponti, spostandosi quindi con mezzi diversi in tempi diversi come per non apparire.
Siate astuti e di DIO.

E non temete che anche il RE è sottoposto al camp©
Come un Pac-Man travestito da Orsa alla quale hanno sottratto i figli e che TREbBia da BuE.

*

#Calendario_delle_semina

http://www.giardinaggiofacile.it/orto-frutteto/tecniche-orto-frutteto/calendario-delle-semine

Gennaio

Carote
Cavolfiori
Cipolle
Fave
Lattughe
Melanzane
Meloni
Peperoni
Piselli
Porri
Prezzemolo
Ravanelli
Rucola
Spinaci
Valeriana
Zucchini

*

Febbraio

Carote
Cavolfiori
Cipolle
Fave
Lattughe
Melanzane
Meloni
Peperoni
Piselli
Porri
Prezzemolo
Ravanelli
Rucola
Spinaci
Valeriana
Zucchini

*

Marzo

Angurie
Asparagi
Barbabietole
Basilico
Bieta
Carote
Cavoli
Cime di rapa
Cipolle
Fave
Finocchi
Indivie
Lattughe
Melanzane
Meloni
Peperoni
Piselli
Pomodori
Porri
Prezzemolo
Rucola
Zucchini

*

Aprile

Angurie
Asparagi
Barbabietole
Basilico
Bieta
Carote
Cavoli
Cetrioli
Cime di rapa
Cipolle
Finocchi
Indivie
Lattughe
Melanzane
Meloni
Peperoni
Piselli
Pomodori
Porri
Prezzemolo
Rucola
Zucche
Zucchini

*

Maggio

Angurie
Asparagi
Barbabietole
Basilico
Bieta
Broccoli
Cardi
Carote
Cavoli
Cetrioli
Indivie
Lattughe
Melanzane
Meloni
Peperoni
Piselli
Pomodori
Porri
Prezzemolo
Rucola
Scarola
Zucchini

*

Giugno

Barbabietole
Bieta
Broccoli
Cardi
Carote
Cavolfiori
Cavoli
Cetrioli
Cicoria
Fagioli
Indivie
Lattughe
Meloni
Pomodori
Prezzemolo
Ravanelli
Rucola
Sedano
Zucca
Zucchini

*

Luglio

Bieta
Cavolfiori
Cavoli
Cicoria
Fagioli
Indivie
Lattughe
Prezzemolo
Rapa
Rucola
Zucchini

*

Agosto

Bieta
Carote
Cipolla
Cicoria
Finocchio
Fagioli
Indivie
Lattughe
Prezzemolo
Rapa
Ravanelli
Rucola
Scarola
Zucchini

*

Settembre

Cime di rapa
Carote
Cipolla
Indivie
Lattughe
Prezzemolo
Piselli
Rapa
Ravanelli
Scarola
Spinaci

*

Ottobre, Novembre, Dicembre

Carote
Fave
Lattughe
Piselli
Ravanelli
Spinaci

#MILITARy_PROGRAM
#infoGESÙ

*

#Responsabilità $PA

– Se stai cercando il principio filosofico, vedi Responsabilità (filosofia).

La responsabilità può essere definita come la “possibilità di prevedere le conseguenze del proprio comportamento e correggere lo stesso sulla base di tale previsione”. È anche il fare di testa propria.Si tratta di un concetto centrale nella filosofia morale, nel diritto, nella scienza sociale in genere e perfino nel linguaggio aziendale corrente, campi nei quali il termine assume significati specifici.
Caratteri generali
La responsabilità va tenuta distinta dalla semplice imputabilità, intesa come l’attribuzione di un determinato comportamento ad una determinata persona.La responsabilità presuppone una situazione di libertà, in cui la persona può scegliere quale comportamento tenere; se tale scelta non gli fosse possibile, infatti, anche laddove fosse in grado di prevedere le conseguenze delle sue azioni, non potrebbe comunque adottare un diverso comportamento alla luce della sua previsione. D’altra parte, affinché si possa parlare di responsabilità, è necessario che la persona si trovi in una situazione di libertà limitata, in cui i comportamenti che può tenere non sono del tutto indifferenti giacché, altrimenti, non vi sarebbe ragione di scegliere l’uno piuttosto che l’altro sulla base delle conseguenze previste.Da quanto detto emerge che una persona si può dire responsabile di uno stato di cose se sussistono congiuntamente le seguenti condizioni:lo stato di cose è una conseguenza del suo comportamento;la persona avrebbe potuto prevedere questa conseguenza certa o anche solo probabile del suo comportamento;la persona, volendo, avrebbe potuto comportarsi diversamente, evitando così tale conseguenza.In un senso diverso, si dice che una persona è responsabile se, quando agisce, cerca di prevedere le conseguenze delle sue azioni e correggerle di conseguenza.
Responsabilità giuridica
Si parla di responsabilità giuridica quando la situazione di libertà limitata deriva da una norma giuridica che impone un dovere giuridico (inteso in senso lato, comprensivo dell’obbligo), ossia di tenere o non tenere un determinato comportamento. Di regola, al comportamento contrario alla norma (illecito) un’altra norma ricollega una sanzione, sicché in ambito giuridico la responsabilità può essere anche definita come il dovere di sottostare alla sanzione.Come gli ordinamenti giuridici possono avere varie categorie d’illecito, in relazione alla norma violata, al tipo di sanzione che ne consegue o alle modalità per la sua irrogazione, così avranno altrettanti tipi di responsabilità: responsabilità civile, responsabilità penale e così via.Di solito, negli ordinamenti attuali, affinché sorga il dovere di sottostare alla sanzione è necessario che il comportamento sia volontario e, dunque, che l’autore dell’illecito abbia agito con colpa o dolo: si parla, in questi casi, di responsabilità soggettiva (o colpevole). Non mancano, tuttavia, anche negli ordinamenti attuali, casi di responsabilità oggettiva in cui, cioè, il dovere di sottostare alla sanzione sorge a prescindere dalla volontarietà del comportamento.L'ordinamento può attribuire la responsabilità del comportamento ad un soggetto diverso dalla persona fisica: anche in questi caso la responsabilità deriva pur sempre da un comportamento umano, il quale, però, viene imputato non alla persona fisica che ne ha voluto l’accadimento ma alla persona giuridica per la quale detta persona fisica ha agito.Normalmente il soggetto sul quale grava la responsabilità è lo stesso che ha commesso l’illecito (responsabilità diretta); vi possono, però, essere casi in cui l’ordinamento ritiene un soggetto responsabile per l’illecito commesso da un altro, in virtù di una certa relazione intercorrente tra i due: si parla, allora, di responsabilità indiretta. Una specie di responsabilità indiretta è la responsabilità collettiva, che si ha quando tutti i membri di una collettività sono ritenuti responsabili per l’illecito commesso da uno o alcuni di loro; tipica degli ordinamenti primitivi, sopravvive nel diritto internazionale (si pensi alla guerra o alla rappresaglia).La responsabilità patrimoniale è la posizione di soggezione del debitore al diritto potestativo del creditore di aggredire il suo patrimonio con un’azione esecutiva in caso di inadempimento del debito, ossia di conseguire l’utilità economica che sarebbe derivata dalla prestazione non eseguita facendo vendere coattivamente i beni che lo compongono e conseguendo le somme così ricavate, fino all’entità del credito.In relazione alle società si parla di responsabilità limitata per significare che il creditore della società non può aggredire il patrimonio del socio, in quanto la società gode di autonomia patrimoniale perfetta (come avviene nelle società di capitali, di cui, in vari ordinamenti, incluso quello italiano, un tipo è proprio denominato società a responsabilità limitata) o il socio non risponde dei debiti sociali (come avviene per i soci accomandanti nella società in accomandita, presente in vari ordinamenti, tra cui quello italiano).
Responsabilità patrimoniale
La responsabilità patrimoniale è la posizione di soggezione del debitore al diritto potestativo del creditore di aggredire il suo patrimonio con un’azione esecutiva in caso di inadempimento del debito, ossia di conseguire l’utilità economica che sarebbe derivata dalla prestazione non eseguita facendo vendere coattivamente i beni che lo compongono e conseguendo le somme così ricavate, fino all’entità del credito.In relazione alle società si parla di responsabilità limitata per significare che il creditore della società non può aggredire il patrimonio del socio, in quanto la società gode di autonomia patrimoniale perfetta (come avviene nelle società di capitali, di cui, in vari ordinamenti, incluso quello italiano, un tipo è proprio denominato società a responsabilità limitata) o il socio non risponde dei debiti sociali (come avviene per i soci accomandanti nella società in accomandita, presente in vari ordinamenti, tra cui quello italiano).
Responsabilità morale
Come si parla di responsabilità giuridica in relazione ad un dovere giuridico, che ha come referente una norma giuridica, così si può parlare di responsabilità morale in relazione ad un dovere morale (o etico), che ha come referente una norma morale. Peraltro, a differenza del dovere giuridico, la violazione del dovere morale non dà luogo alla necessaria applicazione di una sanzione; può dare luogo ad una sanzione sociale, anche molto pesante (si pensi all’emarginazione dalla comunità di appartenenza), ma si tratta pur sempre di una reazione non istituzionalizzata.Max Weber distingue l’etica della convinzione (o dell’intenzione o dei principi, in tedesco Gesinnungsethik), di chi agisce seguendo principi che ritiene giusti in sé, a prescindere dalle loro conseguenze, dall’etica della responsabilità (in tedesco Verantwortungsethik), di chi agisce tenendo conto delle conseguenze prevedibili delle sue scelte e dei suoi comportamenti. Come scrive Norberto Bobbio, “Di questi due universi etici sono rappresentanti due personaggi diversi che agiscono nel mondo su vie destinate quasi sempre a non incontrarsi: da un lato l’uomo di fede, il profeta, il pedagogo, il saggio che guarda alla città celeste, dall’altro l’uomo di stato, il condottiero di uomini, il creatore della città terrena. Ciò che conta per il primo è la purezza delle intenzioni e la coerenza dell’azione all’intenzione, per il secondo la certezza e la fecondità del risultato”.
Responsabilità politica
Si parla di responsabilità politica quando i soggetti detentori di potere politico possono essere sottoposti al giudizio circa l’uso che ne hanno fatto, potendo anche perderlo o vederlo diminuito a seguito di tale giudizio. Vezio Crisafulli la definisce come “sottoposizione dei soggetti politici alla critica”.Si suole distinguere la responsabilità politica in istituzionale e diffusa. La responsabilità politica istituzionale è fatta valere dal soggetto istituzionale che, a seguito del giudizio negativo sull’uso del potere politico da parte del soggetto che ne è investito, ha il potere giuridico di rimuovere quest’ultimo dall’ufficio. L’esempio classico è rappresentato dalla responsabilità del governo verso il parlamento nei sistemi parlamentari, dove il secondo, votando una mozione di sfiducia nei confronti del primo, può determinare la rimozione dall’ufficio dei suoi membri.La responsabilità politica diffusa è, invece, fatta valere da tutti coloro che nella collettività possono determinare un mutamento dell’equilibrio politico in senso sfavorevole al soggetto che lotta per il potere politico, a seguito di un giudizio negativo sull’uso che di tale potere ha fatto. A differenza della responsabilità politica istituzionale, quella diffusa non viene fatta valere attraverso un procedimento, ma è libera nelle forme. Esempio classico di responsabilità politica diffusa è quella dell’eletto nei confronti degli elettori: un giudizio negativo sull’operato del primo lo sottopone a critiche e gli fa perdere consenso tra i secondi, fino a pregiudicare la sua possibilità di rielezione.Una diffusa posizione dottrinale esclude che la responsabilità politica possa essere considerata una specie di responsabilità giuridica. Se è vero, infatti, che il diritto predetermina i soggetti e, a volte, anche gli strumenti attraverso i quali la responsabilità politica può essere fatta valere, è altrettanto vero che manca quel rapporto diretto tra fatto da cui scaturisce la responsabilità e sanzione, tipico della responsabilità giuridica: ben può accadere che, pur in presenza delle medesime circostanze, la responsabilità politica si manifesti in modo diverso, in funzione delle numerose e mutevoli variabili delle vicende politiche.G. U. Rescigno nota che “il funzionario [burocratico] non risponde politicamente appunto perché egli persegue fini che gli sono assegnati dal diritto, e comunque da altri. Il politico risponde politicamente … appunto perché il suo compito non è quello di eseguire puramente e semplicemente le leggi, ma al contrario è quello di scegliere per conto di tutti i fini da perseguire e i mezzi da utilizzare”.
Responsabilità politica istituzionale e diffusa
Si suole distinguere la responsabilità politica in istituzionale e diffusa. La responsabilità politica istituzionale è fatta valere dal soggetto istituzionale che, a seguito del giudizio negativo sull’uso del potere politico da parte del soggetto che ne è investito, ha il potere giuridico di rimuovere quest’ultimo dall’ufficio. L’esempio classico è rappresentato dalla responsabilità del governo verso il parlamento nei sistemi parlamentari, dove il secondo, votando una mozione di sfiducia nei confronti del primo, può determinare la rimozione dall’ufficio dei suoi membri.La responsabilità politica diffusa è, invece, fatta valere da tutti coloro che nella collettività possono determinare un mutamento dell’equilibrio politico in senso sfavorevole al soggetto che lotta per il potere politico, a seguito di un giudizio negativo sull’uso che di tale potere ha fatto. A differenza della responsabilità politica istituzionale, quella diffusa non viene fatta valere attraverso un procedimento, ma è libera nelle forme. Esempio classico di responsabilità politica diffusa è quella dell’eletto nei confronti degli elettori: un giudizio negativo sull’operato del primo lo sottopone a critiche e gli fa perdere consenso tra i secondi, fino a pregiudicare la sua possibilità di rielezione.
Responsabilità nell’organizzazione aziendale
Qualsiasi posizione nella struttura organizzativa di un’azienda comporta il dovere e, quindi, la responsabilità di tenere determinati comportamenti organizzativi o conseguire determinati risultati. Per certe posizioni, però, la responsabilità riguarda comportamenti che devono essere tenuti o risultati che devono essere conseguiti da un gruppo di persone, quali i componenti di un’unità organizzativa, gli organi coinvolti in un processo aziendale ecc. In questi casi si suol dire che chi ricopre la posizione ha la responsabilità o è responsabile dell’unità organizzativa, del processo ecc. Tale responsabilità, secondo un principio enunciato da Henri Fayol, non può essere disgiunta dalla necessaria autorità sulle persone del cui operato si risponde, sicché l’una implica l’altra; responsabile è, dunque, chi ha un ruolo di comando (non necessariamente manageriale).
Bibliografia
Calabrò G. P., La nozione di responsabilità tra teoria e prassi, Wolters Kluwer Italia, 2010. ISBN 9788813299354Abbagnano N., Dizionario di filosofia, UTET, Torino, 1971Crisafulli V., Aspetti problematici del sistema parlamentare italiano, in Jus, 1958Rescigno G. U. , Corso di diritto pubblico, Bologna, Zanichelli, 2002

https://play.google.com/store/apps/details?id=com.do_apps.catalog_894

*

partitivo

Il partitivo è un caso grammaticale che denota “parzialità”, “mancanza di risultato” o “mancanza di una specifica identità”.

Nel finlandese
In finlandese, questo caso viene spesso usato per esprimere identità sconosciute e azioni incompiute. Per esempio, si può trovare nelle seguenti circostanze con la caratteristica desinenza in “a” o “ta”:

Dopo i numeri al singolare: “kolme taloa” -> “tre case” (cf. plurale, dove si usano entrambi p.e. sadat kirjat “migliaia di libri”, sataa kirjaa “cento libri” come oggetto incompiuto.)
Per le azioni incomplete e i processi durativi: “luen kirjaa” -> “sto leggendo un libro”
Confronto con l’accusativo: “luen kirjan” -> “Leggerò tutto il libro”
Dopo certi verbi, in particolare se esprimono sentimenti (in quanto incompiuti): “rakastan tätä taloa” -> “amo questa casa”
Per tentativi di richiesta: “saanko lainata kirjaa?” -> “Posso prendere in prestito questo libro?”
Per le quantità non numerabili: “lasissa on maitoa” -> “il bicchiere contiene latte”
Dove l’italiano utilizzerebbe pronomi o aggettivi partitivi (come dei, degli o ne): “onko teillä kirjoja?” -> “avete dei libri?”
Confronto con l’accusativo: “onko teillä kirjat?” -> “avete i libri? (quelli che sapete)”
Per le frasi negative: “talossa ei ole kirjaa” -> “non ci sono libri in casa”
Dove non menzionato, il caso accusativo risulterebbe agrammaticale. Ad esempio, il partitivo deve essere sempre usato dopo i numerali singolari.

Un esempio di significato incompiuto del partitivo: ammuin karhun (accusativo) significa “Ho sparato all’orso (ed è morto)”, mentre ammuin karhua (partitivo) significa “Ho sparato all’orso (senza specificare se poi è stato colpito)”. Si noti che il finlandese non ha un tempo futuro nativo, tanto che il partitivo offre un riferimento importante al presente (luen kirjaa) opposto al futuro (luen kirjan). Il secondo significa “Leggerò il libro”, come risultato (“il libro è stato letto”) indica un’azione al futuro.

Il caso con una specifica quantità è onko teillä kirjoja, che usa il partitivo, in quanto si riferisce a libri non specifici, in contrasto con l’accusativo onko teillä (ne) kirjat?, che significa “hai quei libri?”

Il caso partitivo deriva dal più antico ablativo. Questo significativo è stato conservato in kotoa (da casa), takaa (da dietro).

Un fenomeno dialettale del Finlandese occidentale che si può osservare in alcune varietà parlate di Finlandese è l’assimilazione della finale -a in una vocale precedente, creando così un cronema con la desinenza partitiva. Per esempio, suurii → suuria “qualche grande –“.

Nelle lingue sami
Tra le lingue sami, l’inari e lo skolt ritengono il partitivo, benché stia lentamente sparendo e la sua funzione sia stata assunta da altri casi.

Il partitivo è usato solo al singolare e si può sempre sostituire con il genitivo. La desinenza del partitivo è -d.

compare dopo numeri maggiori di 6:
kääu´c čâustõkkâd: “otto pause” (si può sostituire con kää´uc čâustõõǥǥ)
si usa anche con alcune posposizioni:
kuä´tted vuâstta: “contro una kota” (si può sostituire con kuä´đ vuâstta)
si può usare con il comparativo per esprimere l'oggetto di paragone:
Kå´lled pue´rab: “meglio dell’oro” (al giorno d’oggi la costruzione più comune è pue´rab ko kå´ll)

*

L’ambiguità

L’ambiguità è un fenomeno intrinseco al fatto linguistico, alla testualità e alla comunicazione. La langue, il patrimonio linguistico di ciascun parlante, è diverso da individuo a individuo quindi ogni testo potenzialmente potrebbe essere polisemico. Ovvero il significato che dà il mittente potrebbe essere diverso da quello interpretato dal destinatario. L’ambiguità è di quattro tipi: fonetica, lessicale, sintattica o pragmatica.

Ambiguità fonetica
Il funzionamento del codice linguistico è garantito dalla diversità dei significanti, in rapporto tra loro in base al principio di interrelazione oppositiva. Accade però che significati diversi coincidano nel medesimo significante. Sono segni linguistici diversi fra loro, che casualmente si trovano ad avere lo stesso significante: se hanno in comune la grafia, si chiamano omografi; se hanno in comune la realizzazione fonetica (il suono), si dicono omofoni. Si dicono invece omonime le parole che hanno identica grafia e identica pronuncia, ma significato diverso (o anche opposto, come nel caso delle locuzioni enantiosemiche).

Un esempio di omofonia in lingua italiana è tra l’amorale e la morale.

Ambiguità lessicale
L’ambiguità lessicale riguarda il contenuto concettuale del singolo lessema: ad esempio la parola acuto indica in italiano sia una persona intelligente che un suono di timbro superiore alla norma.

Tipi di ambiguità lessicale semantica sono la cosiddetta ambiguità complementare (o polisemia) e l’ambiguità contrastiva (o omonimia). Nel primo caso, i diversi significati del lessema sono comunque legati, o fanno parte di domini affini, nel caso dell’omonimia invece si tratta di due lessemi differenti che per diverse controversie etimologiche sono venuti a coincidere nella loro forma grafica/fonetica. La risoluzione automatica dell’ambiguità delle parole prende il nome di disambiguazione.

Ambiguità sintattica o strutturale
Si ha ambiguità sintattica quando la sintassi di una frase può essere interpretata in diversi modi, di modo che la frase stessa ha significati diversi. Ad esempio:

«Chiara ha visto Luca in giardino con il cannocchiale.»
Chi aveva il cannocchiale? Luca o Chiara?

«Una vecchia legge la regola.»
Qual è il soggetto? Qual è il verbo? La frase allude a un’anziana signora che scorre con gli occhi il testo di una norma oppure di una fattispecie, qui indicata dal pronome la, regolamentata da un’antica legge?

Ambiguità pragmatica
L’ambiguità pragmatica si produce quando l’intenzione comunicativa viene recepita dal destinatario secondo una funzione dominante diversa. Siamo in presenza di un fraintendimento relativo alla struttura dominante di un messaggio. Ad esempio, nella frase

«Se Altobelli non gioca, l’Italia perderà il mondiale.»
la funzione dominante potrebbe essere quella emotiva (la presenza del giocatore è fondamentale psicologicamente per i tifosi) o quella referenziale (l’assenza del giocatore rende la nazionale tecnicamente più debole).

Esempi letterari
Il termine “ambiguità” è ritornato in auge nel linguaggio della critica letteraria in seguito al successo dell’opera di William Empson Seven types of ambiguity (1930), ma non bisogna dimenticare che già ai tempi della retorica medievale, l’ambiguità era considerata una chiave di lettura per riconoscere i vari significati di un testo. Non è un caso se nei secoli successivi l’ambiguità, intesa come strumento stilistico, verrà utilizzata a piene mani da letterati come Mallarmé, Apollinaire e James Joyce.

__

Questo articolo utilizza materiale dall’articolo Wikipedia Ambiguità, che viene rilasciato sotto il Creative Commons Attribution-Share-Alike License 3.0.

*

Esodo 20:1-17;

L’esordio dei I 10 COME INCOMBENTI?

1 Allora Dio pronunciò tutte queste parole:
[ 1. ]  2 «Io sono il SIGNORE, il tuo Dio, che ti ho fatto uscire dal paese d’Egitto, dalla casa di schiavitù.

#DENUNCIA_QUERELA

3 Non avere altri dèi oltre a me.

#SECONDO_COMANDAMENTO

[ 2. ]  4 Non farti scultura, né immagine alcuna delle cose che sono lassù nel cielo o quaggiù sulla terra o nelle acque sotto la terra.  5 Non ti prostrare davanti a loro e non li servire, perché io, il SIGNORE, il tuo Dio, sono un Dio geloso; punisco l’iniquità dei padri sui figli fino alla terza e alla quarta generazione di quelli che mi odiano,  6 e uso bontà, fino alla millesima generazione, verso quelli che mi amano e osservano i miei comandamenti.

[ #n3. ]  7 Non pronunciare il nome del SIGNORE, Dio tuo, invano; perché il SIGNORE non riterrà innocente chi pronuncia il suo nome invano.

[ #4. ]  8 Ricòrdati del giorno del riposo per santificarlo.  9 Lavora sei giorni e fa’ tutto il tuo lavoro,  10 ma il settimo è giorno di riposo, consacrato al SIGNORE Dio tuo; non fare in esso nessun lavoro ordinario, né tu, né tuo figlio, né tua figlia, né il tuo servo, né la tua serva, né il tuo bestiame, né lo straniero che abita nella tua città;  11 poiché in sei giorni il SIGNORE fece i cieli, la terra, il mare e tutto ciò che è in essi, e si riposò il settimo giorno; perciò il SIGNORE ha benedetto il giorno del riposo e lo ha santificato.

[ 5. ]  12 Onora tuo padre e tua madre, affinché i tuoi giorni siano prolungati sulla terra che il SIGNORE, il tuo Dio, ti dà.

[ #n6. ]  13 Non uccidere.

[ 7. ]  14 Non commettere adulterio.

[ #n8. ]  15 Non rubare.

[ 9. ] 16 Non attestare il falso contro il tuo prossimo.

[ 10. ] 17 Non concupire la casa del tuo prossimo; non desiderare la moglie del tuo prossimo, né il suo servo, né la sua serva, né il suo bue, né il suo asino, né cosa alcuna del tuo prossimo».

*

Norma Bowie

#CHE_GUeVARA.
Una belva di psicopatico sanguinario !

Disse: ” Amo l’odore del sangue”

___

[ da GESÙ: CHE_GUeVARA era gay come un #salvini a caneStro
Lo sanno tutt’oggi ancora in molti a Cuba.

#ITALIA_ALATA_GAY

Poi i GAY OMOSESSUALI ODIANO IL PADRE, LA MADRE FORSE, E PER CERTO CHI È NORMALE
CI SAREBBE STATO UTILE FORSE UNO STORICO SU L’INVASIONE DI MARSEILLE
INVASIONE DI ISLAMICI ANTICRISTO E QUINDI ANTI CRISTIANI E
L’OCCUPAZIONE SOLIDALE COI GAY SODOMITI

PENSATE CHE IL 90% del personale di SICUREZZA È GAY
CHE APPROFITTA DELLA DIVISA PER ROMPERE LE PALLE PER SPORCO INTERESSE SODOMA E GOMORRA NOTE
#LAPOLICE
#ITALIA_ALATA_ACAB E
#ITALIA_ALATA_ISLAM VATICANO ]

 

*
*

Teoria della linea, esposta da Platone nel dialogo la “Repubblica”

La cosiddetta Teoria della linea, esposta da Platone nel dialogo la “Repubblica” nel libro VI (509d-511e), esplica il rapporto tra la filosofia ed il suo metodo specifico e le altre cosiddette scienze con i propri.

Con questa teoria, Platone vuole sancire l’enorme differenza tra il mondo dell’opinione, e quello della verità, tra il sensibile e l’intelligibile, e la differenza metodologica da adottare per ottenere l’ascensione dialettica dalla conoscenza dal mondo del materiale a quello razionale.

Immaginiamo un segmento bisecato, rappresentante il mondo visibile da una parte (C-E), e il mondo intelligibile dall’altra (A-C). Questi due segmenti sono disuguali in quanto aventi due diversi gradi di chiarezza, quello del mondo intellegibile e quello del mondo sensibile. Platone non si esprime sulla lunghezza relativa dei segmenti.

Suddividiamo poi ulteriormente i due segmenti, in modo da ottenere quattro parti.

Divisione in due e poi quattro segmenti
Secondo Platone la conoscenza si articola in 2 stadi:

l’opinione (doxa scritta δόξα in greco) e
la scienza (episteme scritta ἐπιστήμη).
L’opinione a propria volta si divide in immaginazione (eikasia scritta εἰκασία) e credenza (pistis scritta πίστις), mentre la scienza si divide in ragione discorsiva (διάνοια) e intellezione (νόησις). Si ottiene così la seguente scala ascendente:

Εἰκασία – Le manifestazioni di oggetti visibili (D–E), ossia le immagini: le ombre, i riflessi nell’acqua, i miraggi, le illusioni ottiche ecc.
Πίστις – Gli oggetti visibili (C–D): gli animali, le piante, gli uomini e tutte le loro produzioni.
Διάνοια – Forme di verità intelligibili, ma meno alte, perché basate su un riscontro mediato dalla ragione (B–C): la geometria e le scienze in genere.
Νόησις – Forme intelligibili supreme, perché raggiunte e sviluppate per via puramente intuitiva (A–B): la filosofia, cioè la vera scienza.
^ Giuseppe Lozza (a cura di), La Repubblica, Milano, Oscar Mondadori, 1990, ISBN 88-04-35504-2.
^ La percezione sensoriale è chiamata credenza perché, secondo Platone, il mondo per come lo vediamo noi è illusorio, in quanto riflesso imperfetto del mondo “iperuranio” delle idee, tanto superiore a quello quanto lo è lo spirito al corpo. Ciò che conosciamo attraverso i sensi è, dunque, ciò in cui l’uomo ripone la sua fiducia, attribuendogli un valore di verità senza sottoporlo all’esame critico della ragione; per lo stesso motivo la percezione sensoriale rende opinione e non scienza, ossia conoscenza veritiera.
^ Queste scienze, tra cui l’aritmetica, l’astronomia e la musica (queste ultime due concepite nella loro dimensione puramente teorica) costituiscono una forma di ragione discorsiva in quanto, essendo discipline create dall’uomo, sono in grado di giustificarsi in nome di assiomi di validità universale; allo stesso tempo, esse costituiscono una forma di conoscenza superiore rispetto alla percezione sensoriale, poiché mentre quest’ultima si basa su elementi di natura del tutto empirica (e quindi, in linea con il pensiero platonico, fallace), esse si servono della ragione per costruire i propri enunciati. Solo della filosofia è, però, la vera conoscenza, poiché essa trae origine direttamente dal mondo delle idee, ed è pertanto la scienza perfetta.

*

connivenza

(http://it.wiktionary.org/wiki/connivenza)

sostantivo

connivenza  f sing (pl: connivenze)

1. l’assistere passivamente, o dando il proprio consenso, a un atto disonesto che si potrebbe impedire, consentendone lo svolgimento

sillabazione
con | ni | ven | za

pronuncia

(IPA): /konni’vɛntsa/

etimologia

dal latino tardo con(n)iventia, derivato da coniveo, letteralmente “chiudere gli occhi”

termini correlati
– connivente

*

Levitico 26:3-13; Salmi 112; Salmi 128; 2 Cronache 15:7; Romani 2:6-7; Romani 10; Salmi 103:17-18; Deuteronomio 27; Deuteronomio 28

https://www.biblestudytools.com/riv/passage/?q=levitico+26:3-13;+salmi+112;+salmi+128;+2-cronache+15:7;+romani+2:6-7;+romani+10;+salmi+103:17-18;+deuteronomio+27;+deuteronomio+28

*

Leviticus 26:3-13; Psalm 112; Psalm 128; 2 Chronicles 15:7; Romans 2:6-7; Romans 10; Psalm 103:17-18; Deuteronomy 27; Deuteronomy 28  https://www.biblestudytools.com/passage/?q=leviticus+26:3-13;+psalm+112;+psalm+128;+2-chronicles+15:7;+romans+2:6-7;+romans+10;+psalm+103:17-18;+deuteronomy+27;+deuteronomy+28

Levitico 26:3-13
3 Se vi conducete secondo le mie leggi, se osservate i miei comandamenti e li mettete in pratica, 4 io vi darò le piogge nella loro stagione, la terra darà i suoi prodotti, e gli alberi della campagna daranno i loro frutti. 5 La trebbiatura vi durerà fino alla vendemmia, e la vendemmia vi durerà fino alla sementa; mangerete a sazietà il vostro pane, e abiterete in sicurtà il vostro paese. 6 Io farò che la pace regni nel paese; voi vi coricherete, e non ci sarà chi vi spaventi; farò sparire dal paese le bestie nocive, e la spada non passerà per il vostro paese. 7 Voi inseguirete i vostri nemici, ed essi cadranno dinanzi a voi per la spada. 8 Cinque di voi ne inseguiranno cento, cento di voi ne inseguiranno diecimila, e i vostri nemici cadranno dinanzi a voi per la spada. 9 E io mi volgerò verso voi, vi renderò fecondi e vi moltiplicherò, e raffermerò il mio patto con voi. 10 E voi mangerete delle raccolte vecchie, serbate a lungo, e trarrete fuori la raccolta vecchia per far posto alla nuova. 11 Io stabilirò la mia dimora in mezzo a voi, e l’anima mia non vi aborrirà. 12 Camminerò tra voi, sarò vostro Dio, e voi sarete mio popolo. 13 Io sono l’Eterno, l’Iddio vostro, che vi ho tratto dal paese d’Egitto affinché non vi foste più schiavi; ho spezzato il vostro giogo, e v’ho fatto camminare a test’alta.
Salmi 112
1 Alleluia. Beato l’uomo che teme l’Eterno, che si diletta grandemente nei suoi comandamenti. 2 Forte sulla terra sarà la sua progenie; la generazione degli uomini retti sarà benedetta. 3 Abbondanza e ricchezze sono nella sua casa, e la sua giustizia dimora in perpetuo. 4 La luce si leva nelle tenebre per quelli che son retti, per chi è misericordioso, pietoso e giusto. 5 Felice l’uomo che ha compassione e presta! Egli guadagnerà la sua causa in giudizio, 6 poiché non sarà mai smosso; la memoria del giusto sarà perpetua. 7 Egli non temerà alcun sinistro rumore; il suo cuore è fermo, fidente nell’Eterno. 8 Il suo cuore è saldo, esente da timori, e alla fine vedrà sui suoi nemici quel che desidera. 9 Egli ha sparso, ha dato ai bisognosi, la sua giustizia dimora in perpetuo, la sua potenza s’innalzerà gloriosa. 10 L’empio lo vedrà e ne avrà dispetto, digrignerà i denti e si struggerà; il desiderio degli empi perirà.
Salmi 128
1 Canto dei pellegrinaggi. Beato chiunque teme l’Eterno e cammina nelle sue vie! 2 Tu allora mangerai della fatica delle tue mani; sarai felice e prospererai. 3 La tua moglie sarà come una vigna fruttifera nell’interno della tua casa; i tuoi figliuoli, come piante d’ulivo intorno alla tua tavola. 4 Ecco, così sarà benedetto l’uomo che teme l’Eterno. 5 L’Eterno ti benedica da Sion, e vedrai il bene di Gerusalemme tutti i giorni della tua vita, 6 e vedrai i figliuoli dei tuoi figliuoli. Pace sia sopra Israele.
2 Cronache 15:7
7 Ma voi, siate forti, non vi lasciate illanguidire le braccia, perché l’opera vostra avrà la sua mercede”.
Romani 2:6-7
6 il quale renderà a ciascuno secondo le sue opere: 7 vita eterna a quelli che con la perseveranza nel bene oprare cercano gloria e onore e immortalità;
Romani 10
1 Fratelli, il desiderio del mio cuore e la mia preghiera a Dio per loro è che siano salvati. 2 Poiché io rendo loro testimonianza che hanno zelo per le cose di Dio, ma zelo senza conoscenza. 3 Perché, ignorando la giustizia di Dio, e cercando di stabilir la loro propria, non si sono sottoposti alla giustizia di Dio; 4 poiché il termine della legge è Cristo, per esser giustizia a ognuno che crede. 5 Infatti Mosè descrive così la giustizia che vien dalla legge: L’uomo che farà quelle cose, vivrà per esse. 6 Ma la giustizia che vien dalla fede dice così: Non dire in cuor tuo: Chi salirà in cielo? (questo è un farne scendere Cristo) né: 7 Chi scenderà nell’abisso? (questo è un far risalire Cristo d’infra i morti). 8 Ma che dice ella? La parola è presso di te, nella tua bocca e nel tuo cuore; questa è la parola della fede che noi predichiamo; 9 perché, se con la bocca avrai confessato Gesù come Signore, e avrai creduto col cuore che Dio l’ha risuscitato dai morti, sarai salvato; 10 infatti col cuore si crede per ottener la giustizia e con la bocca si fa confessione per esser salvati. 11 Difatti la Scrittura dice: Chiunque crede in lui, non sarà svergognato. 12 Poiché non v’è distinzione fra Giudeo e Greco; perché lo stesso Signore è Signore di tutti, ricco verso tutti quelli che lo invocano; 13 poiché chiunque avrà invocato il nome del Signore, sarà salvato. 14 Come dunque invocheranno colui nel quale non hanno creduto? E come crederanno in colui del quale non hanno udito parlare? E come udiranno, se non v’è chi predichi? 15 E come predicheranno se non son mandati? Siccome è scritto: Quanto son belli i piedi di quelli che annunziano buone novelle! 16 Ma tutti non hanno ubbidito alla Buona Novella; perché Isaia dice: Signore, chi ha creduto alla nostra predicazione? 17 Così la fede vien dall’udire e l’udire si ha per mezzo della parola di Cristo. 18 Ma io dico: Non hanno essi udito? Anzi, la loro voce è andata per tutta la terra, e le loro parole fino agli estremi confini del mondo. 19 Ma io dico: Israele non ha egli compreso? Mosè pel primo dice: Io vi moverò a gelosia di una nazione che non è nazione; contro una nazione senza intelletto provocherò il vostro sdegno. 20 E Isaia si fa ardito e dice: Sono stato trovato da quelli che non mi cercavano; sono stato chiaramente conosciuto da quelli che non chiedevan di me. 21 Ma riguardo a Israele dice: Tutto il giorno ho teso le mani verso un popolo disubbidiente e contradicente.
Salmi 103:17-18
17 Ma la benignità dell’Eterno dura ab eterno e in eterno, sopra quelli che lo temono, e la sua giustizia sopra i figliuoli de’ figliuoli 18 di quelli che osservano il suo patto, e si ricordano de’ suoi comandamenti per metterli in opra.
Deuteronomio 27
1 Or Mosè e gli anziani d’Israele dettero quest’ordine al popolo: “Osservate tutti i comandamenti che oggi vi do. 2 E quando avrete passato il Giordano per entrare nel paese che l’Eterno, l’Iddio vostro, vi dà, rizzerai delle grandi pietre, e le intonacherai di calcina. 3 Poi vi scriverai sopra tutte le parole di questa legge, quand’avrai passato il Giordano per entrare nel paese che l’Eterno, il tuo Dio, ti dà: paese ove scorre il latte e il miele, come l’Eterno, l’Iddio de’ tuoi padri, ti ha detto. 4 Quando dunque avrete passato il Giordano, rizzerete sul monte Ebal queste pietre, come oggi vi comando, e le intonacherete di calcina. 5 Quivi edificherai pure un altare all’Eterno, ch’è il tuo Dio: un altare di pietre, sulle quali non passerai ferro. 6 Edificherai l’altare dell’Eterno, del tuo Dio, di pietre intatte, e su d’esso offrirai degli olocausti all’Eterno, al tuo Dio. 7 E offrirai de’ sacrifizi di azioni di grazie, e quivi mangerai e ti rallegrerai dinanzi all’Eterno, al tuo Dio. 8 E scriverai su quelle pietre tutte le parole di questa legge, in modo che siano nitidamente scolpite”. 9 E Mosè e i sacerdoti levitici parlarono a tutto Israele, dicendo: “Fa’ silenzio e ascolta, o Israele! Oggi sei divenuto il popolo dell’Eterno, del tuo Dio. 10 Ubbidirai quindi alla voce dell’Eterno, del tuo Dio, e metterai in pratica i suoi comandamenti e le sue leggi che oggi ti do”. 11 In quello stesso giorno Mosè diede pure quest’ordine al popolo: 12 “Quando avrete passato il Giordano, ecco quelli che staranno sul monte Gherizim per benedire il popolo: Simeone, Levi, Giuda, Issacar, Giuseppe e Beniamino; 13 ed ecco quelli che staranno sul monte Ebal, per pronunziare la maledizione: Ruben, Gad, Ascer, Zabulon, Dan e Neftali. 14 I Leviti parleranno e diranno ad alta voce a tutti gli uomini d’Israele: 15 Maledetto l’uomo che fa un’immagine scolpita o di getto, cosa abominevole per l’Eterno, opera di mano d’artefice, e la pone in luogo occulto! E tutto il popolo risponderà e dirà: Amen. 16 Maledetto chi sprezza suo padre o sua madre! E tutto il popolo dirà: Amen. 17 Maledetto chi sposta i termini del suo prossimo! E tutto il popolo dirà: Amen. 18 Maledetto chi fa smarrire al cieco il suo cammino! E tutto il popolo dirà: Amen. 19 Maledetto chi conculca il diritto dello straniero, dell’orfano e della vedova! E tutto il popolo dirà: Amen. 20 Maledetto chi giace con la moglie di suo padre, perché ha sollevato il lembo della coperta di suo padre! E tutto il popolo dirà: Amen. 21 Maledetto chi giace con qualsivoglia bestia! E tutto il popolo dirà: Amen. 22 Maledetto chi giace con la propria sorella, figliuola di suo padre o figliuola di sua madre! E tutto il popolo dirà: Amen. 23 Maledetto chi giace con la sua suocera! E tutto il popolo dirà: Amen. 24 Maledetto chi uccide il suo prossimo in occulto! E tutto il popolo dirà: Amen. 25 Maledetto chi accetta un donativo per condannare a morte un innocente! E tutto il popolo dirà: Amen. 26 Maledetto chi non si attiene alle parole di questa legge, per metterle in pratica! E tutto il popolo dirà: Amen.
Deuteronomio 28
1 Ora, se tu ubbidisci diligentemente alla voce dell’Eterno, del tuo Dio, avendo cura di mettere in pratica tutti i suoi comandamenti che oggi ti do, avverrà che l’Eterno, il tuo Dio, ti renderà eccelso sopra tutte le nazioni della terra; 2 e tutte queste benedizioni verranno su te e si compiranno per te, se darai ascolto alla voce dell’Eterno, dell’Iddio tuo: 3 Sarai benedetto nelle città e sarai benedetto nella campagna. 4 Benedetto sarà il frutto delle tue viscere, il frutto del tuo suolo e il frutto del tuo bestiame; benedetti i parti delle tue vacche e delle tue pecore. 5 Benedetti saranno il tuo paniere e la tua madia. 6 Sarai benedetto al tuo entrare e benedetto al tuo uscire. 7 L’Eterno farà sì che i tuoi nemici, quando si leveranno contro di te, siano sconfitti dinanzi a te; usciranno contro a te per una via, e per sette vie fuggiranno d’innanzi a te. 8 L’Eterno ordinerà alla benedizione d’esser teco ne’ tuoi granai e in tutto ciò a cui metterai mano; e ti benedirà nel paese che l’Eterno, il tuo Dio, ti dà. 9 L’Eterno ti stabilirà perché tu gli sia un popolo santo, come t’ha giurato, se osserverai i comandamenti dell’Eterno, ch’è il tuo Dio, e se camminerai nelle sue vie; 10 e tutti i popoli della terra vedranno che tu porti il nome dell’Eterno, e ti temeranno. 11 L’Eterno, il tuo Dio, ti colmerà di beni, moltiplicando il frutto delle tue viscere, il frutto del tuo bestiame e il frutto del tuo suolo, nel paese che l’Eterno giurò ai tuoi padri di darti. 12 L’Eterno aprirà per te il suo buon tesoro, il cielo, per dare alla tua terra la pioggia a suo tempo, e per benedire tutta l’opera delle tue mani, e tu presterai a molte nazioni e non prenderai nulla in prestito. 13 L’Eterno ti metterà alla testa e non alla coda, e sarai sempre in alto e mai in basso, se ubbidirai ai comandamenti dell’Eterno, del tuo Dio, i quali oggi ti do perché tu li osservi e li metta in pratica, 14 e se non devierai né a destra né a sinistra da alcuna delle cose che oggi vi comando, per andar dietro ad altri dèi e per servirli. 15 Ma se non ubbidisci alla voce dell’Eterno, del tuo Dio, se non hai cura di mettere in pratica tutti i suoi comandamenti e tutte le sue leggi che oggi ti do, avverrà che tutte queste maledizioni verranno su te e si compiranno per te: 16 Sarai maledetto nella città e sarai maledetto nella campagna. 17 Maledetti saranno il tuo paniere e la tua madia. 18 Maledetto sarà il frutto delle tue viscere, il frutto del tuo suolo; maledetti i parti delle tue vacche e delle tue pecore. 19 Sarai maledetto al tuo entrare e maledetto al tuo uscire. 20 L’Eterno manderà contro di te la maledizione, lo spavento e la minaccia in ogni cosa a cui metterai mano e che farai, finché tu sia distrutto e tu perisca rapidamente, a motivo della malvagità delle tue azioni per la quale m’avrai abbandonato. 21 L’Eterno farà sì che la peste s’attaccherà a te, finch’essa t’abbia consumato nel paese nel quale stai per entrare per prenderne possesso. 22 L’Eterno ti colpirà di consunzione, di febbre, d’infiammazione, d’arsura, di aridità, di carbonchio e di ruggine, che ti perseguiteranno finché tu sia perito. 23 Il tuo cielo sarà di rame sopra il tuo capo, e la terra sotto di te sarà di ferro. 24 L’Eterno manderà sul tuo paese, invece di pioggia, sabbia e polvere, che cadranno su te dal cielo, finché tu sia distrutto. 25 L’Eterno farà si che sarai messo in rotta dinanzi ai tuoi nemici; uscirai contro a loro per una via e per sette vie fuggirai d’innanzi a loro, e nessuno dei regni della terra ti darà requie. 26 I tuoi cadaveri saran pasto di tutti gli uccelli del cielo e delle bestie della terra, che nessuno scaccerà. 27 L’Eterno ti colpirà con l’ulcera d’Egitto, con emorroidi, con la rogna e con la tigna, di cui non potrai guarire. 28 L’Eterno ti colpirà di delirio, di cecità e di smarrimento di cuore; 29 e andrai brancolando in pien mezzodì, come il cieco brancola nel buio; non prospererai nelle tue vie, sarai del continuo oppresso e spogliato, e non vi sarà alcuno che ti soccorra. 30 Ti fidanzerai con una donna, e un altro si giacerà con lei; edificherai una casa, ma non vi abiterai; pianterai una vigna, e non ne godrai il frutto. 31 Il tuo bue sarà ammazzato sotto i tuoi occhi, e tu non ne mangerai; il tuo asino sarà portato via in tua presenza, e non ti sarà reso; le tue pecore saranno date ai tuoi nemici, e non vi sarà chi ti soccorra. 32 I tuoi figliuoli e le tue figliuole saran dati in balìa d’un altro popolo; i tuoi occhi lo vedranno e languiranno del continuo dal rimpianto di loro, e la tua mano sarà senza forza. 33 Un popolo, che tu non avrai conosciuto, mangerà il frutto della tua terra e di tutta la tua fatica, e sarai del continuo oppresso e schiacciato. 34 E sarai fuor di te per le cose che vedrai con gli occhi tuoi. 35 L’Eterno ti colpirà sulle ginocchia e sulle cosce con un’ulcera maligna, della quale non potrai guarire; ti colpirà dalle piante de’ piedi alla sommità del capo. 36 L’Eterno farà andare te e il tuo re che avrai costituito sopra di te, verso una nazione che né tu né i padri tuoi avrete conosciuta; e quivi servirai a dèi stranieri, al legno e alla pietra; 37 e diverrai lo stupore, il proverbio e la favola di tutti i popoli fra i quali l’Eterno t’avrà condotto. 38 Porterai molta semenza al campo e raccoglierai poco, perché la locusta la divorerà. 39 Pianterai vigne, le coltiverai, ma non berrai vino ne coglierai uva, perché il verme le roderà. 40 Avrai degli ulivi in tutto il tuo territorio ma non t’ungerai d’olio, perché i tuoi ulivi perderanno il loro frutto. 41 Genererai figliuoli e figliuole, ma non saranno tuoi perché andranno in schiavitù. 42 Tutti i tuoi alberi e il frutto del tuo suolo saran preda alla locusta. 43 Lo straniero che sarà in mezzo a te salirà sempre più in alto al disopra di te, e tu scenderai sempre più in basso. 44 Egli presterà a te, e tu non presterai a lui; egli sarà alla testa, e tu in coda. 45 Tutte queste maledizioni verranno su te, ti perseguiteranno e ti raggiungeranno, finché tu sia distrutto, perché non avrai ubbidito alla voce dell’Eterno, del tuo Dio, osservando i comandamenti e le leggi ch’egli t’ha dato. 46 Esse saranno per te e per la tua progenie come un segno e come un prodigio, in perpetuo. 47 E perché non avrai servito all’Eterno, al tuo Dio, con gioia e di buon cuore in mezzo all’abbondanza d’ogni cosa, 48 servirai ai tuoi nemici che l’Eterno manderà contro di te, in mezzo alla fame, alla sete, alla nudità e alla mancanza d’ogni cosa; ed essi ti metteranno un giogo di ferro sul collo, finché t’abbiano distrutto. 49 L’Eterno farà muover contro di te, da lontano, dalle estremità della terra, una nazione, pari all’aquila che vola, una nazione della quale non intenderai la lingua, 50 una nazione dall’aspetto truce, che non avrà riguardo al vecchio e non avrà mercé del fanciullo; 51 che mangerà il frutto del tuo bestiame e il frutto del tuo suolo, finché tu sia distrutto, e non ti lascerà di resto né frumento, né mosto, né olio, né parti delle tue vacche e delle tue pecore, finché t’abbia fatto perire. 52 E t’assedierà in tutte le tue città, finché in tutto il tuo paese cadano le alte e forti mura nelle quali avrai riposto la tua fiducia. Essa ti assedierà in tutte le tue città, in tutto il paese che l’Eterno, il tuo Dio, t’avrà dato. 53 E durante l’assedio e nella distretta alla quale ti ridurrà il tuo nemico, mangerai il frutto delle tue viscere, le carni de’ tuoi figliuoli e delle tue figliuole, che l’Eterno, il tuo Dio, t’avrà dati. 54 L’uomo più delicato e più molle tra voi guarderà di mal occhio il suo fratello, la donna che riposa sul suo seno, i figliuoli che ancora gli rimangono, 55 non volendo dare ad alcun d’essi delle carni de’ suoi figliuoli delle quali si ciberà, perché non gli sarà rimasto nulla in mezzo all’assedio e alla distretta alla quale i nemici t’avranno ridotto in tutte le tue città. 56 La donna più delicata e più molle tra voi, che per mollezza e delicatezza non si sarebbe attentata a posare la pianta del piede in terra, guarderà di mal occhio il marito che le riposa sul seno, il suo figliuolo e la sua figliuola, 57 per non dar loro nulla della placenta uscita dal suo seno e de’ figliuoli che metterà al mondo, perché, mancando di tutto, se ne ciberà di nascosto, in mezzo all’assedio e alla penuria alla quale i nemici t’avranno ridotto in tutte le tue città. 58 Se non hai cura di mettere in pratica tutte le parole di questa legge, scritte in questo libro, se non temi questo nome glorioso e tremendo dell’Eterno, dell’Iddio tuo, 59 l’Eterno renderà straordinarie le piaghe con le quali colpirà te e la tua progenie: piaghe grandi e persistenti e malattie maligne e persistenti, 60 e farà tornare su te tutte le malattie d’Egitto, dinanzi alle quali tu tremavi, e s’attaccheranno a te. 61 Ed anche le molte malattie e le molte piaghe non menzionate nel libro di questa legge, l’Eterno le farà venir su te, finché tu sia distrutto. 62 E voi rimarrete poca gente, dopo essere stati numerosi come le stelle del cielo perché non avrai ubbidito alla voce dell’Eterno, ch’è il tuo Dio. 63 E avverrà che come l’Eterno prendeva piacere a farvi del bene e moltiplicarvi, così l’Eterno prenderà piacere a farvi perire e a distruggervi; e sarete strappati dal paese del quale vai a prender possesso. 64 L’Eterno ti disperderà fra tutti i popoli, da un’estremità della terra sino all’altra; e là servirai ad altri dèi, che né tu né i tuoi padri avete mai conosciuti: al legno e alla pietra. 65 E fra quelle nazioni non avrai requie, e non vi sarà luogo di riposo per la pianta de’ tuoi piedi; ma l’Eterno ti darà quivi un cuor tremante, degli occhi che si spegneranno e un’anima languente. 66 La tua vita ti starà dinanzi come sospesa; tremerai notte e giorno, e non sarai sicuro della tua esistenza. 67 La mattina dirai: “Fosse pur sera!” e la sera dirai: “Fosse pur mattina!” a motivo dello spavento ond’avrai pieno il cuore, e a motivo delle cose che vedrai cogli occhi tuoi. 68 E l’Eterno ti farà tornare in Egitto su delle navi, per la via della quale t’avevo detto: “Non la rivedrai mai più!” E là sarete offerti in vendita ai vostri nemici come schiavi e come schiave, e mancherà il compratore!

__
《 Whats up, in JUSTICE? = Che cosa in GIUSTIZIA?  Consulta “City App – il Comune in tasca”  PER GIUSTEZZA  Principi fondamentali  – ITALIA ALATA

https://italiaalata.wordpress.com/2020/05/24/whats-up-in-justice-che-cosa-in-giustizia-consulta-city-app-il-comune-in-tasca-per-giustezza-principi-fondamentali/

__

《 Esposto a tutto, Il primo Ex Organizer m5s CHE NELLE PAGINE DI FACEBOOK PER MESI ESPOSI LA QUESTIONE MONETA A DEBITO SCRIVENDO DELLA CAPACITÀ DI EMISSIONE ATTRAVERSO LO STATUITO SPECIALE DELLA SICILIA NON MI FU PERMESSO DI PARLATE – ITALIA ALATA

https://italiaalata.wordpress.com/2020/05/22/esposto-a-tutto-il-primo-ex-organizer-m5s-che-nelle-pagine-di-facebook-per-mesi-esposi-la-questione-moneta-a-debito-scrivendo-della-capacita-di-emissione-attraverso-lo-statuito-speciale-della-sicilia/

__

《 L’utente TV che vota a discapito del ricercatore di Verità Un paradosso politico, un PARADISO burocratico – ITALIA ALATA

https://italiaalata.wordpress.com/2020/05/20/lutente-tv-che-vota-a-discapito-del-ricercatore-di-verita-un-paradosso-politico-un-paradiso-burocratico/

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Categorie Senza categoria

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close